È stata recintata ma è pericolante un pezzo di piattaforma in cemento armato realizzata anni fa sopra la spiaggia dell’Arenella, a Siracusa.

Eppure, nonostante il pericolo, tanti bagnanti, in questi giorni, si sono assiepati, con tanto di ombrelloni, ai piedi di questa struttura, correndo, comunque, dei rischi.

Da tempo, i residenti dell’Arenella ed un’associazione che li rappresenta denunciano questa situazione e così nei giorni scorsi sono tornati alla carica, scrivendo al sindaco, al comandante della Polizia municipale ed al prefetto di Siracusa.

“Quasi nulla è stato fatto dal sindaco di Siracusa, Francesco Italia ” denuncia Giorgio Nanì La Terra, un residente della zona balneare.

“Di fatto è stata recintata una zona soprastante la spiaggia, con rete di plastica arancione ma nessun intervento è stato eseguito dal sindaco proprio nella zona sottostante – si legge nella lettera inviata al prefetto di Siracusa da Giorgio Nanì La Terra – dove il costone di cemento sta crollando. La situazione è tanto paradossale quanto gravissima e uno sbiadito cartello che ormai non si legge più, tanti sono passati gli anni, non è sufficiente a scagionare il pericolo di crollo e le persone ignare di tutto sostano proprio sotto il costone che sta crollando”.

“Le chiedo di obbligare definitivamente il Sindaco ad intervenire in maniera risolutiva con tutti i mezzi che la Prefettura dispone per farlo, abbattendo questo costone di cemento armato pericolante che è pure abusivo” conclude il cittadino residente.

Siracusa, pericolo crolli alla terrazza dell'ex lido della Polizia: ma i  bagnanti sfidano la sorte - Siracusa News

Intanto, tante persone, approfittando delle temperature estive, si recano nella zona, in sella a moto e scooter, lasciando i propri mezzi sulla piattaforma che presenta dei problemi di staticità, come denunciato più volte dai residenti dell’Arenella.

Peraltro, ai piedi di questa struttura si sistemano, a loro rischio e pericolo, decine di bagnanti, infatti una porzione di piattaforma è stata recintata per evitare che ceda sulle teste delle persone.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: