Agenda urbana, soddisfazione per i decreti su due piste ciclabili Il sindaco Italia: in pochi anni un nuovo volto alla città

“La firma da parte delle Regione del decreto di finanziamento di due nuove piste ciclabili, che si vanno ad aggiungere ai 23 chilometri di corsie oggi in fase di realizzazione, è un nuovo tassello dell’enorme lavoro su Agenda urbana che impegna il Comune dal 2016, che ci ha visti anticipare le altre città siciliani ammessi e che Palermo di fatto ci riconosce”.

     Lo ha detto il sindaco, Francesco Italia, ai giornalisti presentando stamattina i due progetti che adesso passano alla fase esecutiva e facendo il punto su tutta Agenda urbana. Con lui, gli assessori Rita Gentile e Maura Fontana che, rispettivamente, per le loro competenze seguono la fase amministrativa e quella progettuale dell’intero programma finanziato con fondi europei. La conferenza stampa è stata anche l’occasione per parlare di altri progetti in fase di finanziamento.

     “Sono molto soddisfatto del risultato ottenuto – ha aggiunto il sindaco Italia – anche perché l’iter burocratico per ottenere i fondi è complesso perché prevede due livelli di controllo: uno locale e uno regionale. Grazie a questo programma, che frutterà in tutto 21 milioni, e con altre iniziative che stiamo portando avanti, cambieremo il volto della città rendendola più sostenibile, dal punto di vista ambientale, e accessibile”.

     Quello delle piste ciclabili è il secondo decreto di finanziamento firmato dalla Regione per Agenda urbana. Il primo, lo scorso maggio, era stato quello della Casa della solidarietà che sorgerà a Grottasanta e che è frutto di una collaborazione con l’Iacp e l’Ance. Restano da approvare altri sei progetti, quattro dei quali sono già all’esame della commissione interna.

     “Il Comune – ha detto l’assessore Gentile – lavora al programma dal 2016 e in un anno, primi in Sicilia assieme a Gela, riuscimmo a completare il primo passaggio deliberando la cosiddetta Autorità urbana. Poi ci furono quasi 2 anni di stop in attesa delle decisioni della Regione ma adesso, grazie a un lavoro di una squadra che sta ben funzionando, e la positiva collaborazione di altri enti, cominciamo a raccogliere i risultati”.

     Degli altri 6 progetti sui quali si sta lavorando, 4 sono già alla commissione interna e riguardano: l’efficientamento energetico delle scuole; l’acquisto di 10 bus a mentano di varie dimensioni (ai quali si aggiungeranno i due elettrici finanziati con il Collegato ambientale); uno di riassetto idrogeologico; e uno per la diffusione dei servizi sanitari in città e a Cassibile. Dovrebbero essere pronti entro ottobre, infine, i progetti per il parcheggio scambiatore in via Elorina e per la riqualificazione e l’utilizzo delle Latomie dei cappuccini.

     Quanto alle due nuove piste ciclabili, che sorgeranno su sede propria, sono state finanziate rispettivamente con 1,8 milioni  e con 700 mila euro e contribuiranno a ingrandire la rete dei collegamenti su due ruote nella zona centrale della città.

     “A queste – ha aggiunto l’assessore Fontana – si sommerà la cosiddetta pista ‘Pizzuta’, che è prevista dai finanziamenti del Collegato ambientale, mentre stiamo partecipando a un bando per il finanziamento di un’altra pista in ambito naturalistico che si spingere fuori città verso sud. Tutto questo sistema è reso possibile dal fatto che lo scorso anno il consiglio comunale ha approvato il Piano urbano per la mobilità sostenibile, il quale è la pre-condizione per accedere ai finanziamenti e ci ha permesso di ottenere due premialità da 200 e 250 mila euro”.

  Il programma di Agenda urbana si chiude alla fine del 2023 e l’obiettivo è di completare entro quella data i progetti oggi in fase di elaborazione e approvazione.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: