Augusta. Di Mare: “Sul Gnl non accettiamo lezioni da nessuno”

Augusta, deposito Gnl, la società titolare del progetto “apre” al dibattito  pubblico – La Gazzetta Augustana

Il sindaco di Augusta, Giuseppe Di Mare interviene a seguito della Conferenza dei Servizi decisoria convocata il 7 giugno e rinviata senza discussione, in seguito alla pregiudiziale che lo stesso primo cittadino ha avanzato in apertura dei lavori. L’originaria convocazione inviata dalla AdSP del Mare di Sicilia Orientale contemplava, infatti, solo un esame sul parere di fattibilità. Con un incomprensibile cambiamento, senza alcuna condivisione, la Port Autority ha poi modificato l’oggetto della Conferenza dei Servizi sul Gnl, trasformandola in decisoria.

“Una stazione di rifornimento Gnl è essenziale per lo sviluppo del nostro porto commerciale e per la transizione verso combustibili puliti”. ha affermato il sindaco megarese, intervenendo a proposito del dibattito innescatosi in città a proposito del deposito costiero e che sta suscitando dibattito e polemiche.

Una presa forte e chiara quella del sindaco Di Mare. “Nessuno si può permettere – afferma il primo cittadino megarese – di decidere un insediamento così delicato nel nostro territorio scavalcando le prerogative di chi istituzionalmente rappresenta i cittadini augustani.

Forse la governance portuale – prosegue – fatica a comprendere che questa Amministrazione intende segnare un percorso di netta discontinuità sulla titolarità delle decisioni riguardanti la nostra Città. L’insediamento di mini depositi galleggianti di Gnl, per quanto di dimensioni infinitesime rispetto ai mega serbatoi di stoccaggio che la precedente Amministrazione aveva silenziosamente avallato, deve – conclude – essere oggetto di attenta e completa valutazione per quanto scevra da posizioni preconcette che nulla apportano né in termini di comprensione della questione, né tantomeno in capacità di attrarre investimenti”.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: