Augusta, diciannovenne finisce in manette per spaccio di droga

 Stava per scoccare la mezzanotte quando l’autoradio dei Carabinieri di Augusta, ieri sera, si trovava a transitare per le case popolari di Contrada Scardina ad Augusta, zona già tristemente nota per essere, fra le tante, anche teatro di spaccio di sostanze stupefacenti. Infatti nel week end di sera,  a diciannove anni e con un amico poco più piccolo in sella sul motorino, sono tante le alternative per passare la serata e divertirsi. Non, se sei in contrada Scardina. Il più delle volte, infatti, si finisce per passare la notte presso la caserma dei Carabinieri. Ed è quello che è successo al diciannovenne Carmelo Maugeri ed il suo amico 17enne che alla vista dei militari, in servizio di perlustrazione per le vie cittadine, hanno iniziato ad assumere atteggiamenti inusuali. A nulla è valsa l’idea di passare le dosi di Marijuana nelle mani dell’amico minorenne poco prima dell’ispezione degli uomini dell’Arma, poiché il tentativo di disfarsene ha maggiormente attirato l’attenzione dei Carabinieri che hanno proceduto immediatamente ad un controllo. A seguito del rinvenimento di 10 dosi di Marijuana, i militari decidevano di estendere il controllo anche presso l’abitazione del ragazzo ove a seguito di perquisizione domiciliare venivano rinvenute, nel comodino della sua cameretta, ulteriori 40 dosi della stessa quantità, ugualmente confezionate e identiche a quelle che portava addosso in strada. Sequestrata la droga, i grinder e le banconote di piccolo taglio, per lo più da 5 euro, che aveva nelle tasche. Il Maugeri è stato tradotto presso la sua abitazione agli arresti domiciliari, mentre l’amico veniva denunciato per lo stesso motivo alla Procura della Repubblica per i Minorenni.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: