AUGUSTA. NELLA LEGGE DI BILANCIO ASSUNZIONI DI PERSONALE CIVILE ALL’ARSENALE MILITARE

Nuovi traguardi produttivi per l'Arsenale militare di Augusta. Ripartono le  manutenzioni dei sommergibili - Difesa Online

“Mi fa piacere comunicare una ottima notizia per l’ occupazione locale e per la funzionalità dell’Arsenale in particolare e del  porto di Augusta in generale”. Lo dichiara Bruno Marziano, esponente del PD.

“Parlo – aggiunge – della approvazione avvenuta ieri l’altro 18 dicembre in Commissione Bilancio dell’emendamento alla Legge di Bilancio presentato dai parlamentari nazionali, Andrea Orlando (PD) e Giovanni Luca Aresta (M5S), sostenuto  dal sottosegretario alla difesa Giulio Calvisi. Emendamento al piano di difesa, fortemente  voluto dal Ministro Lorenzo Guerini, che prevede l’assunzione di personale civile per garantire la funzionalità della Difesa, in particolare  negli arsenali militari e nei poli di mantenimento dell’Esercito”.

“Il risultato ottenuto – prosegue Marziano – è frutto della proficua e costante collaborazione tra le forze di maggioranza su un tema particolarmente importante e strategico per la Difesa. Personalmente ho avuto più di una interlocuzione con il sottosegretario Calvisi per  garantire  la presenza dell’ Arsenale di Augusta in questo emendamento ed  affrontare, così,   con decisione,  l’attuale fase di depauperamento di risorse umane negli arsenali militari, come quello di Augusta. Il provvedimento, autorizza l’assunzione di 431 unità di personale civile non dirigenziale negli arsenali di La Spezia (138), Augusta (49), Brindisi (40), Aulla (17)  e nei poli di mantenimento di Piacenza (154) e Terni (33) nel triennio 2021-2023″.

“Le assunzioni sono finalizzate ad assicurare la funzionalità e la continuità dell’efficienza dell’area produttiva industriale del Ministero della Difesa e ha concluso Marziano – di arsenali e nei centri tecnici militari a carattere industriale.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: