Il sito archeologico di Megara Hyblaea è stato al centro di una conferenza stampa organizzata dall’Archeoclub di Augusta.

L’incontro, svoltosi presso la sede del circolo filantropico “Umberto I”, ha visto la partecipazione della presidente di Archeoclub Augusta, Mariada Pansera, del direttore del parco archeologico di Leontinoi, Lorenzo Guzzardi, e del rappresentante della cementeria Buzzi Unicem di Augusta, Luca Pellino. Vi è stato anche un video intervento da parte dell’assessore regionale ai Beni culturali e all’Identità siciliana, Alberto Samonà, il quale ha posto l’accento sull’importanza della sinergia da parte di più soggetti per poter valorizzare i luoghi della cultura.

Da poco ha preso il via una nuova campagna di scavi da parte della missione archeologica francese che ha per oggetto un’area denominata “Arenella” sita in una valletta nei pressi del mare.

“Gli scavi – ha dichiarato il direttore Guzzardi – erano stati iniziati negli anni ’90 dal celebre archeologo, Georges Vallet, ma dopo poco tempo erano stati interrotti. Riteniamo che vi si possa trovare un importante edificio pubblico. Infatti indagini effettuate con il georadar hanno evidenziato una strada che porta verso il grande complesso da scavare. Ci aspettiamo delle importanti sorprese”.

Negli ultimi anni sono state fatte nuove conoscenze sul sito archeologico di Megara. Difatti il direttore Guzzardi ha aggiunto che si stanno studiando tutti i reperti riportati alla luce nel corso degli scavi effettuati lo scorso anno dalla missione francese che risalgono al periodo neolitico e che dimostrano la presenza nell’area di un antico villaggio preistorico.

La presidente Pansera ha annunciato che, presso l’agorà di Megara Hyblea, sarà rappresentata (con molta probabilità il 26 agosto) la “Cavalleria Rusticana” di Pietro Mascagni con la presenza del Coro Lirico Siciliano. L’importante evento è stato accolto con favore dal parco archeologico e dal comune di Augusta. La scelta dell’agorà come teatro della rappresentazione consentirà un maggiore afflusso di spettatori.

È stata messa in risalto la collaborazione tra Archeoclub Augusta, parco archeologico e Buzzi Unicem per quanto riguarda i lavori di pulizia delle erbacce delle aree del sito visitate dai turisti e della stessa agorà.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: