AUGUSTA (SR). ARRESTATO DAI CARABINIERI UN CATANESE MENTRE TENTAVA DI ASPORTARE REPERTI ARCHEOLOGICI DAL SITO DI MEGARA IBLEA.

I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile del Nucleo Operativo e Radiomobile di Augusta, nella decorsa notte, nel corso di predisposto servizio finalizzato alla repressione dei reati contro il patrimonio, pianificato dal Comando Compagnia di Augusta, procedevano ad arrestare, in flagranza di reato, per tentato furto, il pregiudicato catanese Camonita Barbaro, trentottenne, celibe, poiché sorpreso dai militari dell’Arma all’interno del sito archeologico di “Megara Iblea”, con attrezzatura specifica, costituita da piccozza e metal-detector, mentre era intento ad asportare reperti archeologici. I Carabinieri dopo aver proceduto al sequestro dell’attrezzatura utilizzata dall’uomo traevano in arresto il citato responsabile, trattenendolo nelle camere di sicurezza del Comando Arma, in attesa dell’odierno rito direttissimo disposto dall’A.G. competente. Sono in corso approfondimenti da parte dei Carabinieri della Compagnia di Augusta al fine di verificare l’eventuale partecipazione di correi.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: