AUGUSTA (SR) – LITI FRA GENITORI E FIGLI: NECESSARIO L’INTERVENTO DEI CARABINIERI. 

Nella serata di sabato, in due comuni della zona Nord della Provincia aretusea, si è reso necessario l’intervento di pattuglie della Compagnia Carabinieri di Augusta, per sedare animati litigi verbali fra genitori e figli, fortunatamente non degenerati grazie al tempestivo intervento dei militari dell’Arma.

In un nucleo familiare residente A Francofonte (SR) risultava provvidenziale l’intervento dei Carabinieri per attenuare le irritazioni di una ragazza che dopo aver bevuto in compagnia di coetanei, rientrava in casa, aggredendo verbalmente ed inspiegabilmente la propria madre.

Analogo il rapporto di parentela ma diverse le cause dell’acceso diverbio scaturito, questa volta a Lentini (SR), tra una madre ed il proprio figlio trentacinquenne. All’origine della lite, l’aggressiva risposta verbale del ragazzo, dettata forse da un forte senso di frustrazione per le obbiettive difficoltà economiche e lavorative che attanagliano diffusamente tutta la nazione, alla richiesta spronatrice fatta dalla mamma per invogliarlo alla ricerca di un qualunque impiego professionale.

In entrambi i casi, i contendenti venivano saggiamente persuasi dall’opera di convincimento dei militari dell’Arma, che intervenendo tempestivamente nei luoghi interessati, riuscivano a circoscrivere le liti a solo discussioni verbali, evitandone cosi la loro degenerazione in scongiurabili aggressioni fisiche.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: