AUGUSTA. TRAFFICA DROGA MENTRE È AI DOMICILIARI, I CARABINIERI ARRESTANO UN 31ENNE

AUGUSTA. SI AVVICINANO LE FESTE, SI INTENSIFICANO I CONTROLLI DEI  CARABINIERI - onlinesiracusa.it

La detenzione domiciliare non è bastata a farlo desistere dal delinquere e così un cittadino megarese è stato
arrestato e condotto nuovamente in carcere, dal quale era uscito solo da pochi mesi.
Simone Verde, pregiudicato augustano di 31 anni, era stato arrestato nel gennaio 2019 per scontare in
carcere un cumulo di pene concorrenti ammontante a circa due anni e mezzo conseguente ad alcuni reati
attinenti gli stupefacenti e furti in abitazione commessi in passato. Già dal mese di luglio 2020 si trovava
però in detenzione domiciliare, poiché il Tribunale di Sorveglianza di Catania, su sua istanza, valutati i
presupposti, gli aveva concesso tale beneficio imponendogli di rispettare una serie di tassative prescrizioni.
Il 27 dicembre scorso tuttavia i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia Carabinieri di
Augusta, nel corso di un controllo, lo hanno trovato in possesso di 5 dosi di cocaina e per tale ragione lo
hanno denunciato all’Autorità Giudiziaria per detenzione illecita di sostanza stupefacente. Malgrado la
denuncia, l’uomo sul momento ha proseguito la detenzione domiciliare presso la sua abitazione, ma la
segnalazione dei Carabinieri è stata inoltrata dalla Procura di Siracusa al Tribunale di Sorveglianza di
Catania, che qualche giorno fa, constatato che il soggetto aveva ripreso a delinquere, ha disposto la revoca
del beneficio già concesso.
I Carabinieri hanno quindi tratto in arresto il Verde, traducendolo nuovamente in carcere presso la Casa
Circondariale di Catania Piazza Lanza, così come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: