AVOLA. CROLLA PROMONTORIO DELLA SCOGLIERA IN VIA FALARIDE: PAURA TRA I RESIDENTI

Crolla 15 metri di scogliera ad Avola, allarme dei residenti di via Falaride

E’ allarme tra i residenti della zona costiera e residenziale di via Falaride, traversa che conduce al mare, sulla Statale 115 per Siracusa di fronte l’ospedale “ Di Maria”, dopo il crollo nella serata di sabato scorso di circa 15 metri di promontorio della scogliera della stesso costone roccioso, quasi a ridosso di alcune villette. Il crollo del costone è stato avvertito e sentito da alcuni residenti, anticipato dal boato dei grossi massi staccatisi dal promontorio roccioso e finiti nelle sottostanti acque del mare da una altezza di circa 8-10 metri. Le foto inviate in redazione, sono evidenti dell’ampiezza del crollo e del pericolo futuro se gli organi competenti, Capitaneria di Porto e Comune, non provvedano anzitempo e prima della bella “ stagione a mettere in sicurezza l’intera area costiera crollata, per tutelare l’incolumità fisica dei cittadini. “ Sabato sera intorno alle 20, abbiamo sentito un boato provenire dalla scogliera.- racconta G.C., residente nella zona- L’indomani quando ci siamo recati a mare ci siamo resi conto di presenza del promontorio della scogliera crollato e caduto perpendicolare nelle acque marine sottostanti. Fortunatamente non c’erano persone nella parte sottostante in cui sono crollati i grossi massi, altrimenti ci sarebbero state conseguenze sicuramente gravi. Il problema potrebbero sorgere con il finire delle restrizioni per il corona-virus, anche perché spesso nella stessa scogliera, con le belle giornate primaverili, di solito è frequentata da ragazzi e giovani. Per questo motivo riteniamo come residenti che l’intera area crollata della scogliera va messa subito in sicurezza, anche se avrebbe dovuto essere fatto prima del crollo, e soprattutto delimitare e vietare l’accesso nella stessa zona costiera alle persone. Ci sono ancora massi in bilico che potrebbero crollare dal promontorio da un momento all’altro.” Del pericolo a causa del crollo del promontorio della scogliera pare che uno dei residenti nei giorni scorsi ha segnalato il pericolo agli uffici del Comune, per l’inoltro della segnalazione all’organo marittimo di competenza della Capitaneria di Porto di Siracusa.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: