Tragedia scampata ieri pomeriggio nel mare di Avola, dove una bambina di 11 anni ha rischiato di annegare.

Il fatto si è verificato verso le 17,30, in contrada Gallina a ‘Sabbia d’oro’. Una coppia arrivata da Catania, con la figlia, bambina autistica, aveva deciso di trascorrere il pomeriggio al mare.

Il papà, insieme alla figlia, ha deciso di fare il bagno. Il vento e le correnti, però ha trascinato i due al largo. L’uomo ha subito intuito di essere in difficoltà ed ha cominciato a gridare aiuto verso la spiaggia. L’Sos dell’uomo che ha rischiato la vita, insieme alla figlia, è stato raccolto da tre persone che si trovavano in una villa. Hanno visto la scena dall’alto, sentendo anche le urla disperate dell’uomo ed hanno deciso di andare in spiaggia per tuffarsi.

Gli eroi della mancata tragedia sono stati Tancredi Antonuccio, Francesco Macca e Adriano Di Grazia, persone che hanno una certa dimestichezza con il nuoto per averlo praticato in passato a livello agonistico.

Sono intervenute, successivamente, altre persone che si sono tuffate in mare per cercare di portare a riva padre e figlia. Sebastiano Oliva, di Solarino, si è anche portato in acqua un materassino gonfiabile, riuscendo a fare salire la bimba,, sottraendola alla furia delle onde. Si è così formata una catena umana che è riuscita a portare sani e salvi sulla battigia il papà e Giulia. L’inaspettato salvataggio a Gallina è stato sottolineato da un applauso dai tanti bagnanti che affollavano la spiaggia.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: