“Avola tra le mete più ambite per conciliare lavoro e vacanza”. Lo scrive il quotidiano “Il Sole 24 ore”


Siracusa. Inchiesta "Tutti a t'Avola", non luogo a procedere per il sindaco  Cannata - onlinesiracusa.it

“Non sarà una vita in vacanza, ma lavorare baciati dal sole e magari con vista mare è già qualcosa”.
Avola, come riporta il quotidiano “Il Sole 24 ore”, è tra le mete più ambite per conciliare lavoro e
vacanza. Si scrive “Holiday working”, si legge Avola: fra le destinazioni preferite in Italia e fra le uniche due in Sicilia assieme a Lampedusa. “Stamattina, quando ho visto Avola assieme a prestigiose destinazioni come la Costa Smeralda ho provato un grande sentimento di orgoglio – le parole entusiaste del sindaco di Avola, Luca Cannata -. Il lavoro svolto in questi anni, attraverso la valorizzazione e la promozione delle bellezze del nostro patrimonio, continua a dare grandi frutti”.
Il cosiddetto “holiday working” è nato come esigenza a seguito della pandemia, quando si è iniziato a parlare di lavoro agile. Gli italiani, in vista delle riaperture estive, progettano fughe dalle grandi città e cercano centri minori per lavorare in un ambiente più sicuro e meno affollato in grado di accogliere famiglie con genitori che lavorano da remoto e magari anche studenti tramite didattica a distanza. La fotografia scattata per Il Sole 24 Ore dal Centro Studi Italianway, azienda che opera sul mercato italiano degli affitti brevi, vede quindi Avola identificata come meta per passare un periodo di relax, con la possibilità di lavorare negli alloggi scelti a partire da metà maggio, ma anche in autunno. “Avola – conclude il sindaco – è quindi meta per tutti coloro che hanno la possibilità di spostarsi con la famiglia, conciliando lavoro e vacanze”.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: