BELVEDERE. CITTADINO “PRIGIONIERO” NELLA SUA ABITAZIONE, VINCIULLO-BASILE-CASTAGNINO-ALOTA: “TUTTI OFFRONO SOLIDARIETÀ MA A PAROLE”

Prigioniero in casa” per colpa di una strada sgarrupata. Vita da incubo per  un disabile – siracusa2000.com

“Nel 2019, in fase di approvazione del Bilancio di Previsione, avevamo presentato un emendamento che stanziava 50 mila euro per la realizzazione della strada “via Luciano Campisi” a Belvedere”. Lo dichiarano Vincenzo Vinciullo, Mauro Basile, Salvatore Castagnino e Fabio Alota.
“La proposta esiste per smentire tutti i bugiardi che negano l’esistenza dell’emendamento ma fu bocciata dalla maggioranza che sostiene il sindaco decretato dal C.G.A. Adesso scopriamo che tutti offrono solidarietà al cittadino prigioniero in casa sua da 3 anni, ma quando si opposero all’emendamento, perché lo hanno fatto? Noi capiamo che sperano nella memoria corta dei cittadini, ma noi – hanno concluso Vinciullo, Basile, Castagnigno e Alota, siamo qui a ricordare, con i documenti alla mano, i misfatti e le incoerenze di questa amministrazione comunale che, quando deve spendere a Belvedere, ritrae la mano, anzi scippa le risorse destinate a Belvedere, vedi il caso di via Cavalieri di
Vittorio Veneto o la sede della Guardia Medica, per destinarle ad altri quartieri della città”.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: