Intervento della Polizia municipale nel Cimitero di Siracusa dove dei locali, di proprietà pubblica, ed occupati illecitamente, sono stati liberati.

A disporne sarebbero state delle piccole ditte edili, perlopiù abusive, che provvedono a degli interventi sulle tombe o sulle cappelle di privati: stando ad una prima ricostruzione degli inquirenti, gli abusivi avrebbero preso possesso di 5 scantinati dove erano accatastati prevalentemente strumenti di lavoro, legati all’attività edilizia.

Nei giorni scorsi, il comandante della Polizia municipale, Delfina Voria, ha pianificato l’operazione d’intesa con l’amministrazione comunale e con il delegato del sindaco per i servizi cimiteriali, Giovanni Di Lorenzo, quest’ultimo vittima, nei mesi scorsi, di una violenta intimidazione, culminata con l’esplosione di alcuni colpi d’arma da fuoco contro la sua macchina.

Le indagini su questo episodio non si sono ancora chiuse, gli agenti della Squadra mobile di Siracusa hanno in mano le indagini per provare a risalire all’autore dell’avvertimento.

L’operazione di bonifica dei locali del cimitero comunale è scattata nel primo pomeriggio di ieri, oltre 10 agenti della Polizia municipale hanno preso parte al blitz che ha consentito di sgomberare gli scantinati tornati adesso nella piena disponibilità del Comune di Siracusa. Parallelamente, è scattata un’indagine per verificare se vi sono gli estremi per denunce nei confronti degli abusivi.

Condividi
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: