Calcio, Città di Siracusa eliminato dalla Coppa Italia

Asd Ragusa 1

ASD Città di Siracusa 0

Asd Ragusa: Busà, Messina, De Rios, Floro Valenca, Borrometi, Sferrazza, Maimone, Battaglia (29’ st Tiralongo), Randis, Grasso, Cacciola. All. Raciti.

ASD Città di Siracusa: Saitta, Castiglia (7’ st Midolo P.), Magnano, Sciacca, Midolo G., Paschetta, Fiorentino (7’ st Montagno), Ricca, Melluzzo (28’ st Catania), Pepe (1’ st Schisciano), Magro (20’ st Mascara). All. Crisafulli.

Arbitro: Angelo di Marsala. Assistenti Varisano e Florio di Agrigento.

Reti: 39’ pt Grasso

Note: Presenti meno di 200 spettatori. Tifosi ospiti una cinquantina. Ammoniti Floro, Messina, Ferla, Ricca, Maimone. Recupero 1’ e 4’.

Il Città di Siracusa saluta la Coppa Italia. In semifinale va il Ragusa che, dopo l’1-1 dell’andata, vince di misura la partita di ritorno dei quarti di finale. Ampio turn-over in casa azzurra come d’altronde avvenuto anche nel match di andata. Esordio per Fiorentino, schierato accanto a Melluzzo in avanti. Maglia da titolare anche per Paschetta (al centro della difesa) e Pepe (in posizione di mezza punta), al rientro dai rispettivi infortuni. Tanti errori nelle geometrie delle due squadre per buona parte del primo tempo anche a causa delle precarie condizioni del terreno di gioco. La prima vera occasione è dei padroni di casa con una botta di Grasso su punizione dal limite respinta in tuffo da Saitta. Il Siracusa risponde con il sinistro al volo di Magnano alto di poco, su cross di Castiglia. I padroni di casa passano in vantaggio al 39’ con un tiro dalla distanza di Grasso che, deviato involontariamente da Paschetta, sorprende l’incolpevole Saitta. Gol senza esultanza per l’ex attaccante del Siracusa.

Subito dentro Schisciano nella ripresa al posto di Pepe e, poco dopo, anche Paolo Midolo e Montagno. Al 12’ è larga la conclusione dai 20 metri di Melluzzo. Si gioca a ritmi blandi, con il Ragusa che cerca di addormentare la partita e il Siracusa che non riesce a rendersi pericoloso nonostante il gran tifo dei propri sostenitori, che non smettano un solo istante di incitare i propri beniamini. Al 33’ Paschetta viene toccato in area avversaria, per l’arbitro non ci sono gli estremi per il rigore. Raandis al 38’ va vicino al raddoppio, bravo Saitta a chiudere lo specchio e mandare in angolo. Il Siracusa spinge a testa bassa nel finale ma il risultato non cambia. Si qualifica il Ragusa, per gli azzurri ora testa solo al campionato. Domenica prossima arriverà lo Jonica.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: