Calcio, derby amaro per il Siracusa

Siracusa 0

Catania 1

 

Siracusa: Tomei, Palermo, Turati, Catania, Scardina, Daffara, Spinelli, Parisi (84’ Bernardo), Liotti (75’ Grillo), Mancino (75’ Sandomenico), Magnani. All. Bianco.

Catania: Pisseri, Aya, Tedeschi, Russotto, Lodi, Semenzato (65’ Esposito), Marchese (76’ Djordevic), Bogdan, Biagianti (76’ Caccetta), Ripa (65’ Di Grazia), Mazzarani (89’ Blondett). All. Lucarelli.

Arbitro: D’Apice di Arezzo.

Rete: 64’ Mazzarani

 

Il Siracusa perde la seconda gara consecutiva in casa pur avendo offerto una grande prova. Bianco sposta Parisi sulla linea dei trequartisti accanto a Catania e Mancino. In difesa Daffara a destra, Liotti a sinistra, Turati e Magnani al centro. Atteggiamento propositivo dei locali, anche se il primo tentativo è degli etnei. Al 6’ conclusione velleitaria di Russotto dalla distanza debole e nettamente a lato. Un minuto dopo Mancino sguscia sulla destra, supera Semenzato e crossa per la testa di Scardina, che colpisce in maniera sbilenca e sfuma l’azione. Al 10’ Daffara, servito sulla corsa da Scardina, mette in mezzo per Catania che manda alto di un soffio. Tre minuti dopo Spinelli, da buona posizione, tira alto di poco. Il Siracusa gioca un buon calcio, pressando alto e mettendo in difficoltà gli avversari soprattutto sulla destra dove Parisi ingaggia duelli in velocità che spesso vince con Marchese. Mazzarani al 22’ calcia senza convinzione da fuori area di destra, sfera fuori. Catania, al 33’, scarica centralmente su Mancino, che tira di sinistro centrale, para il portiere etneo. Al 39’ Catania va via sulla sinistra e crossa per Scardina che in scivolata non arriva di poco e sfuma una grande occasione per i locali. Al 41’ cross di Daffara e bel tiro a volo di Mancino alto di poco. E’ un Siracusa intraprendente e brioso, che mette alle corde il Catania ma sciupa le opportunità che riesce a costruire in attacco. Ospiti ad intermittenza e senza idee. Russotto calcia da fuori para senza problemi il portiere locale. Finisce in parità un primo tempo in cui gli azzurri sono padroni de campo senza tuttavia riuscire a trovare la rete. Al 7’ Parisi, servito da daffara, entra in area e calcia ma Pisseri devia in tuffo. Al 15’ cross di Russotto per Biagianti che tira alto da pochi metri. Al 17’ gli etnei passano in vantaggio, cross di Russotto e Mazzarani segna. Parisi potrebbe subito pareggiare ma calcia fuori in diagonale da pochi metri. Al 26’ partita sospesa per lancio di un paio di oggetti in campo. Al 32’ Magnani stende in area Mazzarani e l’arbitro concede il rigore. Lodi tira sul palo, riprende il giocatore che segna e l’arbitro convalida prima di annullare dopo 5 minuti di sospensione e dopo essersi consultato con i due assistenti. Il Siracusa ci prova ma il Catania si difende con le unghia e con i denti. Bernardo in area tira e un difensore devia in angolo. Vince il Catania

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: