Calcio giovanile: Siracusa juniores battuto in casa

Il Palazzolo batte a domicilio 3-2 il Siracusa e vola sempre più in alto in classifica. Azzurri e gialloverdi si sono affrontati in un match che ha regalato mille emozioni e che è stato in equilibro fino all’ultimo minuto. I gialloverdi partono alla grande e dopo appena trenta secondi di gioco, Doumbia approfitta di uno svarione difensivo degli aretusei e si invola verso l’area ma, a tu per tu con Brancaforte, si lascia ipnotizzare da quest’ultimo sprecando una clamorosa occasione. Il gol è nell’area e arriva puntuale al 4’ quando Ingannè salta Genovese e insacca. I gialloverdi continuano a spingere e al 10’ Doumbia scocca un tiro che sfiora il palo alla destra di Brancaforte. Il capitano dei  è inarrestabile e al 14’ si incunea in area dalla sinistra e serve al centro La Marca che, tutto solo davanti al portiere, calcia clamorosamente a lato. Dopo i primi venti minuti di difficoltà, i padroni di casa alzano il proprio baricentro e cominciano a spingersi in avanti alla ricerca del pareggio. Al 18’ Boscarino fa le prove tecniche del gol tirando alto una punizione dai venti metri. Al 27’ Arturia entra in area dalla destra e calcia a lato. Al 28’ arriva il il pareggio. Boscarino penetra in area e con un tiro ad incrociare, batte l’incolpevole Farina. Adesso sono i ragazzi di Modicano a fare la partita e al 35’ Lo Bello, servito al bacio da Arturia, tira in bocca al portiere da ottima posizione sprecando una ghiottissima occasione. Al 43’ Genovese a un metro dalla porta non riesce ad agganciare per un soffio la sfera. La prima frazione di gioco si conclude sul risultato di 1-1.

Il secondo tempo inizia sulla falsa riga del primo con gli ospiti che partono alla grande e che vanno subito vicini al raddoppio al 48’. Doumbia ruba palla e, a tu per tu con il portiere, allarga troppo la mira mettendo il pallone a lato. Al 55’ arriva la rete dell’1 a 2. Ingannè salta un avversario e con una gran bordata trafigge Brancaforte sul primo palo.  Al 70’ lo straripante attaccante palazzolese approfitta di un erroraccio di Genovese e fa tris. Il match sembra ormai finito ma i locali non ci stanno e si spingono in avanti. Al 74’ Rizza si invola verso la porta avversaria e supera, con un delizioso pallonetto, Farina. Il pallone sembra destinato in rete ma termina incredibilmente a lato sfiorando il palo. All’82’ Rizzo colpisce in area il pallone con le mani e per l’arbitro è calcio di rigore. Sul dischetto va Bramante che non sbaglia, 2 a 3. Il Città di Siracusa prova a trovareil gol del 3 a 3 ma non riesce a creare azioni degne di note e dopo tre minuti di recupero, il direttore di gara manda le squadre negli spogliatoi.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: