Calcio, il Siracusa espugna lo stadio di Fondi: tre gol ed una partita impeccabile

Il Siracusa non fa sconti e vince la seconda partita consecutiva espugnando il campo del Fondi. Gli azzurri, in maglia bianca, sono stati impeccabili, così come dimostrano i tre gol rifilati alla formazione laziale. La squadra di Paolo Bianco è scesa in campo determinata al “Domenico Purificato” e sin dalle battute iniziali ha mostra i muscoli. Il primo gol arriva dopo appena 12 minuti di gioco. L’azione del gol è spettacolare: l’esterno del Siracusa Mangiacasale vola sulla fascia destra, lascia partire un tiro cross ad effetto che non dà scampo a Elezaj, che può solo raccogliere il pallone in fondo al sacco. Poco prima il Siracusa si era già reso pericolosissimo con Sandomenico, bravo a rubare palla ad un giocatore pontino e a mettere i brividi con una conclusione insidiosa. L’autore del gol al 27′ è costretto a lasciare il campo per fastidi musicali. Il Siracusa va al riposo in vantaggio.

Gli azzurri del presidente Cutrufo in avvio di ripresa mettono il sigillo alla vittoria, perchè il bomber Scardina, al 52′ firma il 2 a 0. Il Fondi non ci sta e tenta di reagire. I padroni di casa accorciano le distanze grazie ad un calcio di rigore ( il secondo che il Siracusa subisce in tre gare). Lazzari al 74′ trasforma dal dischetto. Ma gli azzurri non si abbattono, controllano agevolmente risultato e partita e tre minuti dopo sbuca dalle retrovie Turati che realizza il tris. Un successo meritato per gli azzurri che porta entusiasmo tra gli sportivi, che ancora non hanno visto all’opera la squadra in una gara interna per i lavori già conclusi del De Simone.

“Oggi la squadra ha fatto una prestazione importante, interpretando al meglio la gara – ha detto mister Bianco al termine del match – ed ho visto la squadra che vedo in allenamento, quello che non riuscivo a vedere nelle altre partite. Oggi, oltre al risultato pieno, mi è piaciuto l’atteggiamento sia a livello mentale sia tattico ed hanno voluto vincere la partita con merito. L’unica recriminazione è stata quella di non aver fatto qualche gol in più”

 

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: