È stato trovato morto in carcere, Paolo Cugno, dopo la condanna in via definitiva a trent’anni di carcere per l’omicidio della sua compagna, Laura Petrolito, 20 anni, avvenuto a Canicattini Bagni nel marzo del 2018.

Ieri mattina, Cugno è stato trovato senza vita nella cella del carcere di Palermo in cui stava scontando la sua pena.

Cugno uccise la fidanzata, Laura Petrolito, il 17 marzo del 2018, accoltellandola e poi nascondendo il suo corpo in un pozzo artesiano delle campagne di Canicattini Bagni. Il giovane confessò l’omicidio al termine di un lungo interrogatorio.

Paolo Cugno, lo scorso marzo, era stato condannato in via definitiva. La Cassazione aveva confermato la sentenza già emessa sia in primo grado che dalla Corte d’Appello, a 30 anni di carcere per l’omicidio della 20enne Laura Petrolito nel marzo del 2018. Il pubblico ministero Claudio Camilleri ha già disposto l’autopsia sul cadavere del giovane.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: