Il Comune di Canicattini Bagni prosegue e rafforza gli interventi sul randagismo nell’intero territorio comunale e il Sindaco Paolo Amenta nomina sua consulente a titolo gratuito la Dott.ssa Vincenza Maria Oddo, delegata per Canicattini Bagni dell’ENPA, Ente nazionale Protezione Animali, per affrontare le problematiche quotidiane di particolare complessità e gravità che riguardano il fenomeno e, soprattutto, la tutela e il benessere degli animali.

La nomina fa seguito alla convenzione con l’ENPA, approvata lo scorso giugno dalla Giunta del Sindaco Marilena Miceli, per la cura e la promozione dell’adozione di cani randagi rinvenuti sul territorio comunale, al fine di ridurre il numero degli stessi, concedergli un nuovo benessere.

Questa mattina la presentazione da parte del Sindaco Paolo Amenta della Dott.ssa Vincenza Maria Oddo, presente anche l’Assessore al Randagismo Ivan Liistro e i colleghi della Giunta.

«Affrontare il fenomeno randagismo, che nel nostro Comune, grazie agli interventi mirati di questi anni, siamo riusciti a contenere – ha dichiarato il Sindaco Paolo Amenta – richiede approfondite conoscenze e adeguate professionalità che la macchina amministrativa dell’Ente purtroppo non possiede. Per cui ho ritenuto dotarmi di una consulente come la Dott.ssa Enza Oddo, da anni impegnata in prima fila con l’ENPA a tutela degli animali, di cui abbiamo potuto condividere e apprezzare la dedizione e la professionalità nell’affrontare questo delicato tema, in particolare le iniziative riguardanti le adozioni dei cani presso le famiglie del nord Italia, dopo le procedure previste dalla normativa».

Un impegno, quello della Dott.ssa Oddo, che continua dunque con maggiore intensità in tutto il territorio di Canicattini Bagni.

«Sarà mia cura assistere il Sindaco e l’Amministrazione comunale – ha aggiunto la Dott.ssa Oddo – mettendo a servizio la mia lunga esperienza per quanto riguarda la tutela degli animali e il delicato problema del randagismo nel territorio, mantenendo vivo il rapporto con il relativo settore dell’Asp, operando in stretta collaborazione con l’Assessore Ivan Liistro e l’Ufficio Tutela animali del Comune, molto attenti al fenomeno del randagismo e degli abbandoni. Aiutando, grazie all’apporto della mia organizzazione, i cittadini e le famiglie ad una maggiore consapevolezza nel rapportarsi con gli amici a quattro zampe, educandoli con apposite campagne, iniziando dalle scuole».

La nomina della consulente sul fenomeno del randagismo fa seguito, come si diceva, alla convenzione con l’ENPA, Ente di volontariato che non ha finalità di lucro e svolge un significativo ruolo sociale nel territorio, al fine di promuovere l’affidamento di cani randagi rinvenuti sul territorio comunale o ricoverati presso canili privati per ridurne il numero e concedere loro nuovo benessere, riducendo, altresì, i costi di ricovero rispetto al passato, che come si sa sono a carico del Comune, trasferendo i cani attualmente ricoverati presso altre strutture nel micro-canile ENPA.

«Di fatto l’ENPA, con il quale continuiamo a collaborare positivamente – ha sottolineato l’Assessore Ivan Liistro – si farà carico dell’attività di promozione di affidi, trasferendo a proprio carico i cani presso le proprie strutture e famiglie del nord Italia, come ha fatto sinora, nonché a svolgere ogni attività atta al loro recupero ed inserimento secondo sani criteri zoofili al fine di realizzare adozioni durature e responsabili. Non solo ma grazie a questa convenzione e al contributo della Dott.ssa Enza Oddo, potremo finalmente occuparci dei cani sparsi nelle campagne, nei vari bagli e aziende rurali, al fine della loro microcippatura e in collaborazione con l’Asp anche sterilizzazione. Continuando a monitorare il centro abitato e avendo cura di avviare opportune campagne d’informazione».

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: