È andata oltre le aspettative la partecipazione dei cittadini di Canicattini Bagni, nel pomeriggio di sabato 22 ottobre 2022 nell’aula consiliare di via Principessa Iolanda, all’assemblea e alla scelta dei progetti, tra i cinque presentati e pubblicati nell’apposita finestra sul sito web del Comune, da finanziare da parte dell’Amministrazione comunale attraverso il Reddito Partecipativo 2021 deliberato con Delibera n. 97 del 23/11/2021.

Ben 262 i votanti, oltre il doppio rispetto ai 90 che presero parte nel 2019 per l’approvazione dell’allora quattro progetti presentati, a testimonianza di una maggiore sensibilità e condivisione nella comunità per questo importante strumento di democrazia diretta.

I lavori e le procedure di voto sono stati aperti e presieduti dalla Presidente del Consiglio comunale Loretta Barbagallo con la collaborazione della Dirigente del Sesto Settore Paola Cappè e dell’Ufficio di Staff del Sindaco Paolo Amenta.

Prima di dare la parola ai presentatori dei cinque progetti per illustrare le proprie proposte, la Presidente Barbagallo ha, pertanto, ripercorso i punti principali del Bilancio Partecipativo messo a disposizione dall’Amministrazione comunale in applicazione dell’art. 6, comma 1, della legge regionale 28/1/2014 n. 5 che destina il 2% dei trasferimenti regionali di parte corrente a progetti di democrazia partecipata, che per il 2021 ha riguardato una somma pari a 9.728,00 euro per il finanziamento di tre progetti di interesse collettivo, i cui singoli costi non possono eccedere la somma di 3.242,66 euro, presentati dai cittadini, associazioni, ditte, enti pubblici e privati con sede nel territorio comunale.

Cinque, dunque, i progetti presentati e ammessi dal Tavolo Tecnico per il Reddito Partecipativo 2021 su tematiche diverse che sabato pomeriggio, dopo essere stati illustrati dai referenti presentatori, sono stati così sottoposti al giudizio dei 262 cittadini che hanno preso parte alla votazione, scegliendo, con il loro voto, i tre da finanziare e realizzare.

Questo il risultato della votazione con i primi tre progetti finanziati:

  • Voti 67 – “Protezione Civile di tutti” presentato dal Gruppo comunale di Protezione Civile, per migliorare la funzionalità ed efficienza dei propri mezzi, in particolare l’autobotte, utilizzata nelle tante emergenze, non ultimo il Covid, che impegnano h24 il Gruppo nel territorio comunale, regionale e nazionale nella collaborazione con le Autorità locali, il Dipartimento di Protezione Civile, i Vigili del Fuoco e la Forestale – FINANZIATO;
  • Voti 59 – “Smash Tennis 2, Sport per tutti, Inclusione”, presentato da Lentini Santo per l’ASD Tennis Club Canicattini e l’Ass, calcistica Città di Canicattini, con l’obiettivo, riprendendo un precedente ed attuato progetto, di diffondere la cultura dell’attività motoria sportiva come strumento di inclusione sociale dei giovani, in particolare delle fasce più fragili e disagiate, mediante lo sport, soprattutto tennis e calcio, per contrastare ogni forma di discriminazione – FINANZIATO;
  • Voti 56 – “Musica dal cielo, video musicale ambientato nei luoghi simbolo di Canicattini Bagni”, presentato da Lapira Davide e dal gruppo musicale Lato Bix per la realizzazione di un video musicale con le migliori tecnologie aeree del momento per promuovere i luoghi, la cultura, la storia e le tradizioni di Canicattini Bagni – FINANZIATO;
  • Voti 50 – “Comunicazione in emergenza Protezione Civile” presentato da CB Omega, per aumentare la dotazione degli apparati di comunicazione (attualmente in analogico) con la nuova tecnologia digitale, con l’acquisto di ponte radio e apparati portatili, che permette più chiamate contemporanee in riservatezza, geolocalizzazione immediata e la non intercettazione da parte di terze persone, da utilizzare nelle emergenze;
  • Voti 28 – “Suonami un Storia – Educazione alla Bellezza” presentato da Basile Lucia, riservato agli alunni dell’intero ciclo della scuola dell’infanzia e della primaria e alle relative insegnanti, nasce per accostare la lettura ad alta voce di albi illustrati selezionati dalla migliore letteratura per l’infanzia alla musica d’arpa dal vivo;
  • Voti nulli 2.

«La crescita dei votanti nella scelta dei progetti consolida e conferma la valenza del Bilancio Partecipativo quale strumento di democrazia partecipativa e di cittadinanzattiva tra i cittadini – ha detto il Sindaco Paolo Amenta –. Uno strumento sempre più innovativo di stimolo alla vita politica ed amministrativa del proprio territorio, integrando la via della democrazia rappresentativa con quella della democrazia diretta. Come Amministrazione comunale lavoreremo per migliorare e rafforzare questi strumenti partecipativi e di confronto, per garantire e agevolare il coinvolgimento di tutta la comunità nella vita amministrativa del territorio».

I risultati della votazione saranno adesso trasferiti alla Giunta comunale per il relativo atto deliberativo finale di finanziamento dei progetti.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: