Comuni siciliani, 250 sindaci minacciano dimissioni in massa

Minacciano dimissioni in massa se non arriveranno segnali concreti 250 sindaci siciliani a conclusione dell’Assemblea Anci di Parma, nel corso della quale “sono emerse, in tutta la loro gravità, le forti criticità finanziarie e di personale ripetutamente rappresentate al Governo e al Parlamento nazionali nei mesi scorsi“.

È quanto si legge in una nota dell’Anci Sicilia. “La gravità della situazione – prosegue la nota – consiste nella impossibilità di approvare i Bilanci per 250 su 391 Comuni siciliani, la cui restante parte ha già dichiarato il dissesto o è già sotto Piano di riequilibrio finanziario”.

Nel corso dell’assemblea è emerso che le comunità dell’Isola “sono di fronte a una crisi di sistema drammatica e così vasta che prescinde dalle questioni amministrative e gestionali e dagli orientamenti politici.

La rivolta di 250 sindaci siciliani: il governo ci ascolti o dimissioni di massa

È, altresì, emersa una condizione di impossibilità ad offrire servizi adeguati ai cittadini ed a realizzare investimenti specie in vista dell’attivazione delle risorse del Pnrr”.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: