Controlli sui pubblici esercizi di Lentini e Carlentini, Russo (CNA Siracusa): “L’azione di contrasto non colpisca le imprese che hanno adottato i corretti presìdi”

SIRACUSA. FASE 2, CNA SCRIVE AI SINDACI DELLA PROVINCIA PER IL PROGETTO  "CIELO APERTO" DEI PUBBLICI ESERCIZI - onlinesiracusa.it

“CNA Siracusa esprime forte preoccupazione per gli esiti delle recenti azioni di verifica del rispetto delle prescrizioni anti-Covid nei territori di Lentini e Carlentini”. Lo dichiara Innocenzo Russo, presidente provinciale di CNA Siracusa.
“Pur comprendendo la necessità di non abbassare la guardia in un momento estremamente delicato per il
Paese e per l’intero territorio – prosegue Russo – auspichiamo una particolare attenzione nel corso dei
necessari controlli da parte delle forze dell’ordine. In particolare, abbiamo registrato sanzioni e disposizioni
di chiusura per diversi pubblici esercizi a causa della consumazione effettuata dagli avventori in prossimità
degli stessi, una condotta proibita dalla legge ma evidentemete non gestibile dai proprietari delle attività
che non hanno fisicamente la possibilità di controllare i comportamenti all’esterno della propria azienda e
che possono al massimo limitarsi ad applicare una sensibilizzazione sotto forma di <<moral suasion>> agli
avventori”.
“Chiediamo dunque che in simili situazioni vengano eventualmente sanzionati i trasgressori piuttosto che
gli esercenti – continua Russo – già stremati dalla perdita economica subita, quantificabile in circa il 75-80%
del fatturato.”
“Abbiamo a cuore il controllo della crisi sanitaria – conclude Innocenzo Russo – ma riteniamo che l’azione di
controllo debba colpire i reali trasgressori; ovviamente vanno sanzionati gli esercenti che consentono il
consumo al banco ma non gli operatori che rispettano le prescrizioni e che non possono realmente
effettuare il monitoraggio di quanto avviene all’esterno delle proprie attività”.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: