Covid 19: da oggi al 27 l’Italia è zona rossa. Ecco cosa si può fare e cosa no

Controlli delle Forze dell'ordine per l'emergenza COVID-19 | Ministero dell 'Interno

Da oggi e fino al 27 dicembre l’Italia è in zona rossa. Entrano in vigore alcune regole ma ci sono anche numerose deroghe. Ricordiamo che da lunedì 28 fino al 30 il Paese sarà zona arancione per poi cambiare colore il 31 dicembre e l’1, 2 e 3 gennaio e 5 e 6 (solo il 4 sarà arancione). Intanto cerchiamo di capire cosa sarà possibile fare da oggi fino al 27 dicembre e cosa no. Il coprifuoco – Resta in vigore il divieto assoluto di uscire da casa dalle 22 alle 5 del mattino successivo (compreso stasera). Gli spostamenti durante il coprifuoco sono consentiti solo per comprovate esigenze di salute, lavoro e urgenze e sempre con autocertificazione. Oggi restano aperti supermercati, alimentari, edicole, tabaccai, farmacie etc. Vediamo l’elenco degli esercizi commerciali che restano aperti: • Commercio al dettaglio in esercizi non specializzati con prevalenza di prodotti alimentari e bevande (ipermercati, supermercati, discount di alimentari, minimercati ed altri esercizi non specializzati di alimenti vari)
• Commercio al dettaglio di prodotti surgelati
• Commercio al dettaglio in esercizi non specializzati di computer, periferiche, attrezzature per le telecomunicazioni, elettronica di consumo audio e video, elettrodomestici
• Commercio al dettaglio di prodotti alimentari, bevande e tabacco in esercizi specializzati (codici ateco: 47.2), ivi inclusi gli esercizi specializzati nella vendita di sigarette elettroniche e liquidi da inalazione
• Commercio al dettaglio di carburante per autotrazione in esercizi specializzati
• Commercio al dettaglio di apparecchiature informatiche e per le telecomunicazioni (ICT) in esercizi specializzati (codice ateco: 47.4)
• Commercio al dettaglio di ferramenta, vernici, vetro piano e materiali da costruzione (incluse ceramiche e piastrelle) in esercizi specializzati
• Commercio al dettaglio di articoli igienico-sanitari
• Commercio al dettaglio di macchine, attrezzature e prodotti per l’agricoltura e per il giardinaggio
• Commercio al dettaglio di articoli per l’illuminazione e sistemi di sicurezza in esercizi specializzati
• Commercio al dettaglio di libri in esercizi specializzati
• Commercio al dettaglio di giornali, riviste e periodici
• Commercio al dettaglio di articoli di cartoleria e forniture per ufficio
• Commercio al dettaglio di confezioni e calzature per bambini e neonati • Commercio al dettaglio di biancheria personale
• Commercio al dettaglio di articoli sportivi, biciclette e articoli per il tempo libero in esercizi specializzati
• Commercio di autoveicoli, motocicli e relative parti ed accessori
• Commercio al dettaglio di giochi e giocattoli in esercizi specializzati
• Commercio al dettaglio di medicinali in esercizi specializzati (farmacie e altri esercizi specializzati di medicinali non soggetti a prescrizione medica)
• Commercio al dettaglio di articoli medicali e ortopedici in esercizi specializzati
• Commercio al dettaglio di cosmetici, di articoli di profumeria e di erboristeria in esercizi specializzati
• Commercio al dettaglio di fiori, piante, bulbi, semi e fertilizzanti
• Commercio al dettaglio di animali domestici e alimenti per animali domestici in esercizi specializzati
• Commercio al dettaglio di materiale per ottica e fotografia
• Commercio al dettaglio di combustibile per uso domestico e per riscaldamento
• Commercio al dettaglio di saponi, detersivi, prodotti per la lucidatura e affini
• Commercio al dettaglio di articoli funerari e cimiteriali
• Commercio al dettaglio ambulante di: prodotti alimentari e bevande; ortofrutticoli; ittici; carne; fiori, piante, bulbi, semi e fertilizzanti; profumi e cosmetici; saponi, detersivi ed altri detergenti; biancheria; confezioni e calzature per bambini e neonati
• Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato via internet, per televisione, per corrispondenza, radio, telefono
• Commercio effettuato per mezzo di distributori automatici • Lavanderia e pulitura di articoli tessili e pelliccia
• Attività delle lavanderie industriali
• Altre lavanderie, tintorie
• Servizi di pompe funebri e attività connesse
• Servizi dei saloni di barbiere e parrucchiere. Chiusi tutti gli altri negozi: abbigliamento, calzature, gioielli. Il 25 dicembre tutti gli esercizi saranno chiusi.

Sì spesa fuori dal Comune

Spesa fuori dal proprio Comune- Si può uscire dal proprio Comune «se il comune contiguo al proprio ha punti vendita necessari alle proprie esigenze, anche in termini di convenienza economica».

Bar e ristoranti

Bar e ristoranti da oggi al 27- Consentito soltanto l’asporto dalle 5  fino alle 22 e la consegna a domicilio. Non si può quindi consumare al tavolo

Parrucchieri:I parrucchieri sono aperti, i centri estetici sono chiusi.

Sì passeggiate

Si può uscire di casa per fare una passeggiata (con la mascherina, in prossimità della propria abitazione) e per fare attività sportiva ma da soli. I parchi rimangono aperti. Si può portare a spasso i cane.

Sì visite: ecco come

Visite a parenti ed amici: si può andare a fare visita a parenti ed amici, ma nella stessa macchina possono stare solo in 2 persone più minori di 14 anni o persone disabili o non autosufficienti. Lo spostamento verso visite e parenti è consentito una volta sola al giorno in un arco temporale compreso fra le ore 5 e le ore 22. Gli spostamenti solo consentiti solo all’interno della propria Regione. E’ sempre consentito il rientro al proprio domicilio o abitazione abituale o residenza. Possono uscire dalla Regione solo i residenti nei comuni al di sotto dei 5 mila abitanti ma sempre entro i 30 km dalla propria residenza e senza andare verso il capoluogo di provincia. Chi va a trovare parenti ed amici (con le regole di cui sopra) può anche fermarsi a dormire.

Sì alle seconde case

Seconde case. Si può andare nella seconda casa purchè all’interno della stessa Regione. Le famiglie che si spostano nelle seconde case possono viaggiare in una macchina. Se una coppia fa visita a parenti e amici nella seconda casa può fermarsi a dormire.

Pranzi e cenoni

Cenone della Vigilia e pranzo di Natale– Valgono le regole sugli spostamenti e le visite. Ci sono poi le raccomandazioni: trascorrere le feste con il proprio nucleo familiare, al massimo due invitati, mantenendo la mascherina quando non si sta a tavola, la distanza e le stanze areate almeno 2 o 3 minuti ogni ora. Raccomandato anche tenere gli anziani e le persone fragili lontani dai bambini, se possibile in due tavoli separati quando si mangia. Il coprifuoco ricordiamo scatta alle 22.Feste vietate nei locali pubblici e nei luoghi privati». Rimane anche il divieto di assembramento.

Messe anticipate

La messa di Natale si svolgerà alle 19,30 ma durante tutta la giornata sarà possibile seguire le funzioni religiose nelle parrocchie. Si raccomanda di andare nella chiesa possibilmente più vicina e di portare sempre l’autocertificazione.

Sì volontariato

Volontariato: sono consentiti, senza limiti di orario, gli spostamenti che si riconnettono ad attività assistenziali svolte, nell’ambito di un’associazione di volontariato, oltre che quelle «in convenzione con enti locali, a favore di persone in condizione di bisogno o di svantaggio.

L’autocertificazione è obbligatoria. Si deve indicare il luovo di partenza e la destinazione ma per la privacy non il nome di chi si va a trovare.

Controlli e multe: previste sanzioni da 400 a milla euro. Schierati 70 mila agenti per i controlli. Ma a tutti il capo della polizia Franco Gabrielli ha raccomandato di agire in maniera rigorosa ma «con un approccio comprensivo ed improntato al buonsenso».

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: