C’è un Paese come il Portogallo, fin qui molto rigoroso sulle misure anti-Covid, dove da oggi non esiste più l’obbligo di isolamento per i positivi. E in Italia? Ancora non accade, ma è una linea che secondo alcuni esperti, tra cui Matteo Bassetti, direttore della Clinica di Malattie infettive del Policlinico San Martino di Genova. andrebbe seguita anche nel Belpaese.

Il Covid? Va considerato come una malattie infettiva normale, se si è positivi si sta a casa senza rischio sanzioni se si esce. Il rigorosissimo Portogallo, ma anche l’Australia prima, ha tolto l’obbligo della quarantena per i positivi al Covid. Io spero che questi due paesi siano da esempio anche per il nostro”. Questa la dichiarazione dell’infettivologo Bassetti.

È un cambiamento drastico quello voluto dal governo portoghese che ha così deciso di non prorogare lo stato di allerta. Al riguardo Bassetti non ha dubbi: “È arrivato il momento di considerare il Covid come le altre malattie infettive per cui non c’è l’obbligo per legge dell’isolamento a casa. Chi ha sintomi deve stare a casa ma non è che se esce, magari con una mascherina Ffp2, viene sanzionato”.

Covid, stop alla mascherina sui mezzi di trasporto

Al tempo stesso, però, Bassetti invita alla prudenza dopo lo stop all’obbligo della mascherina sui mezzi di trasporto. “Il fatto che da oggi non ci sia più l’obbligo non significa eliminare la mascherina, non è un liberi tutti. Io continuo a raccomandarla ai fragili e agli anziani, che la devono usare quando vanno al supermercato o sui bus. Levare l’obbligo non è levare la mascherina, va usata per le persone che ne traggono più benefici”.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: