Dopo il calo di martedì, legato all’effetto weekend, risalgono nettamente i nuovi casi di Covid in Sicilia. Ieri sono stati 2.071 i contagi, secondo il bollettino diffuso dal Ministero della Salute. Il giorno prima erano 535 i nuovi casi di coronavirus, quasi quadruplicati ieri, frutto anche del maggior numero di tamponi processati: 14075, quelli di mercoledì, 4.988 quelli di martedì. In crescita dunque anche il tasso di positività che ieri ha toccato il 14,71% contro il 10,72% del giorno prima.

Covid, boom di contagi: cosa succede?

Il dato di ieri, a prima impatto potrebbe preoccupare. I contagi registrati martedì, come scritto, erano di gran lunga inferiori. Però è ormai consuetudine che il lunedì il numero dei positivi sia basso, perché nel weekend è minore il numero dei tamponi processati. Il saldo, inevitabilmente, aumenta il martedì quando cresce anche il numero dei test conteggiati. Un campanello d’allarme arriva, invece, dal raffronto col numero di casi registrati martedì scorso, quando il bollettino certificò 1.854 nuovi casi, un numero più basso rispetto a quello di ieri.

Buone notizie, invece, arrivano dagli ospedali dove, dopo l’aumento notevole di martedì, tornano a scendere i ricoveri in degenza ordinaria. Aumenta di una unità il dato relativo alle terapie intensive.

La Sicilia è al nono posto in Italia per numero di contagi. Gli attuali positivi sono 19.738 con un aumento di 1.505 casi. I nuovi guariti sono 564, due le vittime, che portano il totale a 12.218.

Covid in Sicilia, che succede nelle province

A livello provinciale il maggior numero di contagi riguarda Palermo che, ieri, ha fatto contare 513 nuovi casi. A seguire ci sono Catania con 427, Messina con 362, Siracusa con 190, Trapani con 160, Ragusa con 131, Caltanissetta con 100, Agrigento con 134 ed infine Enna con 54.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: