Covid, troppi contagi in Sicilia. Il Comitato Tecnico Scientifico al presidente Musumeci: “Zona rossa per tre settimane”

Covid: troppi contagi in Sicilia, il comitato scientifico chiede più  restrizioni. Oggi la decisione - Ragusa Oggi

Ore di valutazioni e tribolazioni per la Sicilia. I numeri dei contagi Covid continuano a crescere, solo oggi l’intera regione ha contato 1,435 nuovi positivi. Già domani potrebbero arrivare nuove restrizioni per fronteggiare questa pesante ondata che non si ferma. Le indiscrezioni arrivano dal report confezionato dal Comitato Tecnico Scientifico e allo studio del governo Musumeci. Al momento, l’ipotesi più gettonata è che tutta la Sicilia potrebbe diventare “zona rossa” per tre settimane. Nelle prossime ore saranno rese ufficiali le disposizioni del presidente della Regione. Si sta cercando di mettere a punto la migliore strategia per fronteggiare la diffusione del Covid che sta colpendo a ritmi serrati la Sicilia. Per il Comitato Tecnico Scientifico la strategia da adottare in questo momento dovrebbe prevedere restrizioni da zona rossa per tre settimane, monitorando l’andamento dei contagi. Tra le raccomandazioni del Comitato Tecnico Scientifico ci sono alcuni punti cardine: didattica a distanza per le scuole superiori almeno per tutto il mese di gennaio, scuole primarie chiuse almeno fino al 18 gennaio. A pesare inevitabilmente anche le preoccupazioni per la tenuta degli ospedali che proprio in questi ultimi giorni si stanno ritrovando sotto pressione, con un tasso di occupazione dei posti letto ordinari Covid di oltre il 50 per cento e del 39 per cento in terapia intensiva. Intanto anche il Governo centrale sta lavorando al nuovo Dpcm che, secondo quanto trapelato in queste ore, potrebbe riportare in zona arancione almeno mezza Italia, sulla base dell’indice Rt. La Sicilia potrebbe finire direttamente tra le regioni “rosse”, visto l’allarme dei tecnici regionali. 

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: