Da mercoledì 1 giugno vengono meno le ultime restrizioni per il contenimento del Covid che ci hanno accompagnato per più di un anno.

1 giugno: Green pass non più necessario per viaggiare

In particolare cadrà l’obbligo di presentazione del Green pass per viaggiare. Non sarà più necessario presentare il certificato verde per volare in Europa. Scade, infatti, l’ordinanza del Ministero della Salute che lo scorso 28 aprile aveva prolungato fino al 31 maggio l’obbligo del Green pass per entrare in Italia, sia per i turisti che per gli italiani.

Il pass, lo ricordiamo, si otteneva tramite vaccinazione, guarigione o tampone negativo. Si tratta di una delle ultime limitazioni legate al Covid, dopo l’addio al Green Pass praticamente dappertutto dallo scorso primo maggio. Nella stessa data era stata eliminata anche la compilazione del Passenger Locator Form, il modulo utilizzato dalle autorità sanitarie per i viaggi.

Il green pass resta obbligatorio, almeno fino al 31 dicembre, per il personale medico e del comparto sanità, per cui vale l’obbligo di vaccinazione pena la sospensione dal lavoro e dallo stipendio.

Il 15 giugno l’Italia dovrebbe dire ufficialmente addio anche alle mascherine in quei luoghi al chiuso, dove sono rimaste obbligatorie, come cinema, teatri, mezzi di trasporto fatto salvo un’eventuale proroga della misura.

Le mascherine continueranno ad esserci a scuola per tutto l’anno scolastico compresi gli esami di terza media e maturità.

Obbligo di mascherina, lo stop del Cds - ItaliaOggi.it

15 giugno: stop obbligo vaccinale per over 50

Sempre dal 15 giugno, poi, verrà meno anche l’obbligo vaccinale per gli over 50, forze dell’ordine e lavoratori delle scuole.

31 agosto: stop allo smart working per i privati

Penultima tappa verso il completo ritorno alla normalità dopo due anni di Covid sarà il 31 agosto quando scadrà il provvedimento che regola lo smart working per i lavoratori del settore privato.

31 dicembre: stop obbligo vaccinale operatori sanitari

Il 31 dicembre infine scadrà l’obbligo vaccinale per gli operatori sanitari e i lavoratori di ospedali e Rsa.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: