Giudizio immediato per l’assessore alla Sanità della Regione Siciliana, Ruggero Razza, per quanto riguarda l’inchiesta sui presunti dati Covid falsi nell’Isola.

Razza, dopo aver ricevuto la richiesta di rinvio a giudizio da parte della Procura di Palermo, avrebbe comunicato, attraverso i suoi legali, l’intenzione di volere saltare l’udienza preliminare e andare direttamente a processo.

Stessa decisione che avrebbero assunto anche l’ex dirigente del Dasoe (Dipartimento regionale per le attività sanitarie e osservatorio epidemiologico), Maria Letizia Di Liberti, e il direttore del Servizio 4 dello stesso Dasoe, Mario Palermo.

La prima udienza del processo è in programma per il 10 novembre e la Regione Siciliana dovrebbe costituirsi parte civile in processo.

Ruggero Razza, a seguito dell’inchiesta e l’iscrizione del suo nome nel registro degli indagati, aveva annunciato le proprie dimissioni da assessore alla Sanità.

Successivamente, era stato reintegrato dopo tre mesi dal governatore della Regione Siciliana, Nello Musumeci, il 2 giugno dello scorso anno.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: