Decadenza consiglio comunale Siracusa, Rossana Cannata presenta emendamento al DDl su “Norme su enti locali”

Decadenza del Consiglio comunale ma non del sindaco in caso di mancata approvazione degli strumenti finanziari, il deputato regionale di Fratelli d’Italia, Rossana Cannata, annuncia di aver presentato, assieme al proprio gruppo, un emendamento al Ddl 824 “Norme in materia di enti locali” presentato su proposta dell’assessore regionale per le Autonomie locali e la funzione pubblica, Bernardette Grasso, per far rivivere i Consigli comunali sciolti a seguito della legge votata durante il governo Crocetta.

«Ciò perché – chiarisce la vicepresidente della Commissione Antimafia e anticorruzione – il testo del governo regionale non risolverebbe i casi attuali come quello dello scioglimento del Consiglio comunale di Siracusa».

L’on. Rossana Cannata spiega: «L’emendamento che ho presentato andrebbe a interpretare al meglio la norma relativa al funzionamento del Consiglio comunale riportandolo in carica. E ciò in virtù del seguente articolo: “L’art. 109 bis L.R. 15/03/1963 si interpreta nel senso che lo stesso si applica ai soli casi nei quali il Consiglio Comunale non adempia tempestivamente all’obbligo di deliberare sulla proposta di approvazione del bilancio e non si applica ai casi nei quali la mancata approvazione del bilancio è conseguenza di espressa deliberazione negativa del consiglio comunale sulla proposta di approvazione del bilancio”. Una norma – conclude il deputato regionale Cannata – che mi auguro possa trovare ampia condivisione visto che andrebbe così a restituire a una città importante come Siracusa la giusta forma di rappresentanza democratica».

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: