Dieci comuni in rete per migliorare i servizi ai cittadini e la loro qualità della vita. È quanto si propone il progetto “Mediaree ITACA – dalla smart city alla smart area” che sarà presentato martedì prossimo (29 novembre) alle 10 nel corso di una conferenza stampa nella sala “Archimede” di piazza Minerva 5 a Siracusa.

Parteciperanno: il sindaco, Francesco Italia; il capo di gabinetto del Comune, Michelangelo Giansiracusa; Renata Giunta, project manager, di “Mediaree ITACA”. Inoltre, rappresentanti dei due partner del progetto: Gino Grasso di Eht e Carmelo Iocolano di Red Tomato. 

Il progetto ha come capofila Siracusa e ha avuto l’adesione dei comuni di Buccheri, Buscemi, Canicattini Bagni, Cassaro, Ferla, Floridia, Palazzolo Acreide, Solarino e Sortino; è promosso dall’Anci (se n’è parlato in questi giorni al congresso nazionale di Bergamo) ed è finanziato dal Pon Governance 2014-2020.

La digitalizzazione dell’area vasta punta, proposta dal Patto di responsabilità sociale, sarà definito attraverso un percorso partecipato con cittadini e stakeholder. Punta a innovare l’organizzazione dei servizi esistenti e a introdurne dei nuovi così da accrescere l’efficienza della pubblica amministrazione.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: