La polizia di Siracusa, in la collaborazione la Guardia Costiera e la Sezione Operativa Navale della Guardia di Finanza di Siracusa, ha fermato tre cittadini russi, rispettivamente di 46, 47 e 26 anni, ritenuti responsabili, in concorso tra di loro, del reato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, in relazione all’arrivo di 99 migranti di nazionalità afgana e pachistana, giunti a bordo di un veliero battente bandiera ucraina, denominata “Blue Diamond”. L’imbarcazione, partita da una località costiera nelle vicinanze della città turca di Bodrum, è stata intercettata a circa 38 miglia dalle coste siciliane da un’unità della Capitaneria di Porto, che ha successivamente trasportato i migranti nel Porto Commerciale di Augusta.

Le attività investigative esperite hanno consentito di raccogliere gravi indizi di colpevolezza a carico dei tre cittadini russi. Nello specifico, le dichiarazioni dei migranti circa la dinamica della traversata e la conduzione dell’imbarcazione, opportunamente riscontrate, hanno consentito di procedere al fermo di indiziato di delitto a carico dei tre cittadini stranieri.

Al termine delle incombenze di rito, sono stati portati nella Casa Circondariale di Cavadonna a disposizione dell’Autorità Giudiziaria procedente in attesa dell’udienza di convalida.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: