Un evento contro la discriminazione tra i sessi, due laboratori e la premiazione di un concorso letterario sarà il programma conclusivo della quinta edizione del “Festival dell’educazione – sulle orme di Pino Pennisi”, quest’anno dedicato al tema de “La bellezza che educa” e organizzato.

      Il finale coincide con la “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne” e così la struttura di Città Educativa del Comune, che organizza l’evento, ha deciso di tenere una conferenza su “Ascoltare le anime delle donne… per dire basta!”. L’obiettivo è di sviluppare il quinto punto dell’Agenda 2030, Legalità-Pace e Cooperazione dove dice di contribuire a eliminare ogni forma di discriminazione contro le donne, promuovere la concreta parità tra i sessi, sancire il diritto della libertà personale, dell’inviolabilità del corpo, dell’autonomia e dell’autodeterminazione. L’incontro, curato dall’istituto d’arte “Antonello Gagini” (referente la professoressa  Sebastiana Marchi) propone letture e riflessioni da cui emerge il vissuto di donne vittime di violenza. L’appuntamento è alle 10 all’Urban Center in via Nin Bixio.

      Sempre all’Urban Center si terrà la premiazione del concorso letterario “Una fiaba dedicata” al quale avevano in precedenza aderito alcune scuole. Il contest è stato patrocinato dall’Unicef e curato dalla biblioteca comunale del quartiere Santa Lucia.

      I due laboratori si occuperanno di storia, cultura e ambiente e saranno gestiti dallo staff dell’Area marina protetta del Plemmirio. Il primo, intitolato “Il mare animato”, consisterà in un percorso sensoriale; il secondo avrà contenuti didattici e si terrà alla Marina, a bordo della motonave “Linea d’ombra” della Compagnia del Selene.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: