FONTANAROSSA. VIAGGIATORE SIRACUSANO INCENSURATO SI APPROPRIA DI UN COSTOSO OROLOGIO: L’OGGETTO RINVENUTO NELLA SUA ABITAZIONE

Risultati immagini per FONTANAROSSA

La polizia di frontiera in servizio all’aeroporto di Catania Fontanarossa, a seguito ad una non facile attività di indagine, ha deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di un uomo responsabile del furto di un orologio fa polso del valore di circa 5.000 euro. Il furto era avvenuto ai controlli di sicurezza dedicati ai passeggeri in partenza dall’aerostazione di Catania.
Ricevuta la denunzia del furto subito da un altro Ufficio della Polizia di Stato, gli agenti, attraverso approfondite indagini effettuate con l’aiuto dei sistemi di videosorveglianza, hanno accertato che tale reato era stato portato a segno ad opera di un uomo il quale, successivamente, si era imbarcato su un volo diretto a Bologna. La difficoltà maggiore per gli investigatori è consistita nell’individuazione dell’azione delittuosa ripresa dai sistemi di videosorveglianza, atteso che la denuncia di furto era stata resa in un secondo tempo e in un ufficio della provincia di Siracusa.
I poliziotti, una volta individuato il colpevole, riuscivano, tramite le immagini dell’imbarco del suddetto volo e attraverso vari controlli incrociati, alla identità dell’uomo responsabile del reato di furto aggravato che risultava essere il siracusano T.P., incensurato, di anni 60.
Tutta l’attività investigativa consentiva di redigere una notizia di reato, in seguito alla quale l’A.G. emetteva decreto di perquisizione domiciliare che consentiva il rinvenimento della refurtiva.

Condividi

Lascia un commento

Nome
Email
Sito web