Furto di energia elettrica, arrestato e rimesso in libertà un netino

i Carabinieri di Noto hanno hanno tratto in arresto in flagranza di reato un uomo di 40 anni poichè, a seguito di una verifica all’interno del bar di sua proprietà è stato rinvenuto un potente magnete che alterava la misurazione dell’erogazione dell’energia elettrica all’esercizio commerciale. I tecnici Enel, prontamente intervenuti, hanno ripristinato lo stato dei luoghi ed installato un nuovo contatore, mentre il Cannarella, condotto in caserma per le formalità di rito, è stato dichiarato in arresto e successivamente rimesso in libertà, così come disposto dall’Autorità Giudiziaria con decreto motivato, non sussistendo l’esigenza di richiedere l’applicazione di misure coercitive. I Carabinieri continueranno ad organizzare analoghi servizi su tutto il territorio al fine di incrementare la percezione di sicurezza tra la cittadinanza e porre in essere una più concreta azione di contrasto ai vari fenomeni delittuosi.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: