Tanta voglia di allacciare rapporti sociali, stare insieme, scambiarsi esperienze e divertirsi. Questo alla base del gemellaggio tra il Centro Anziani di Canicattini Bagni, e le delegazioni di Siracusa del Circolo Santa Lucia guidato da Giuseppina Cassalini, il Circolo Ortigia con Domenico Pellegrino, il Circolo di Grottasanta con Salatrice Caracò e il Circolo di Cassibile guidato da Salvatore Cannizzo, che si è svolto mercoledì pomeriggio nella cittadina iblea.

Con la collaborazione di Josè Scatà della Confsal di Siracusa, gli anziani dell’area costiera del siracusano e i loro colleghi canicattinesi, con in testa la Presidente del Consiglio comunale Loretta Barbagallo già Presidente del Centro Anziani della città, la Vice Presidente Giovanna Giangravè e tutti i componenti del Direttivo, si sono dati appuntamento nei locali del Centro di via XX Settembre, considerate le avverse condizioni metereologiche rispetto al programma iniziale che prevedeva la festa all’aperto alla Villa comunale di Canicattini Bagni.

Ad accogliere con loro le delegazioni c’erano il Sindaco Paolo Amenta, l’Assessore alle Politiche Sociali Marilena Miceli, i colleghi di Giunta e Consiglieri comunali.

«La Terza Età è un momento importante della nostra vita e una risorsa per il futuro dei giovani e le famiglie – ha detto il Sindaco Paolo Amenta dopo i saluti della Presidente Loretta Barbagallo e dei rappresentanti dei Centri – e bisogna averne il massimo rispetto e grande attenzione. Gli anziani sono una preziosa risorsa familiare e collettiva che con l’allungarsi della prospettiva di vita arricchisce ancora di più la società, in termini di esperienze, trasferimento di saperi, competenze specifiche e welfare domestico. E per quanto ci riguarda facciamo in modo di averne grande cura con progetti di socializzazione e interscambio, come in questo caso, di assistenza psicofisica e sostegno, senza lasciare indietro nessuno. Contribuendo, altresì, ad arricchirne e approfondirne i saperi attraverso l’esperienza dell’Università della Terza Età, giunta al 13° anno accademico, grazie al contributo di professionalità e docenti di alto rilievo. Per questo non bisogna abbassare la guardia nei confronti di questa indispensabile fascia sociale, parte della quale “fragile”, ad iniziare dalle sedi legislative e istituzionali. Ringrazio a nome di tutta l’Amministrazione comunale la Presidente Barbagallo, il Direttivo, tutti i rappresentanti dei Centri presenti e Josè Scatà per aver contribuito a realizzare questo gemellaggio e questo momento di festa e di crescita collettiva, che ci impegniamo ad allargare a tutti i Centri della provincia con un grande appuntamento a Canicattini Bagni».

La festa è così proseguita con balli, musica e tanto divertimento all’insegna degli impegni di condivisione di progetti comuni.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: