Green Pass ai guariti dal Covid, il rilascio è automatico: basta il tampone negativo

CONTROLLO GREEN PASS AL BAR CONTROLLI BANCONE

Novità sul Green Pass. Per riattivarlo, dopo essere stati contagiati dal Covid e poi guariti, basterà il tampone negativo, antigenico o molecolare.

Il ministero della Salute ha annunciato il cambiamento della procedura. O meglio ha semplificato la procedura. Non serve più il passaggio con il medico di base, basta sottoporsi al test e ricevere il risultato negativo.

Dopo il test antigenico o molecolare con esito positivo, i possessori di Green Pass ricevono la comunicazione che blocca il certificato. Una comunicazione automatica, che si attiva immediatamente. Fino a oggi, per il via libera era necessario l’intervento del medico di base, che doveva inserire il certificato di guarigione nel sistema.

I programmatori del sistema hanno lavorato per rendere automatico anche lo sblocco e oggi è arrivato il via libera. E quindi, tutti i contagiati che riceveranno esito negativo da un tampone antigenico o molecolare, riavranno automaticamente indietro il loro Green Pass.

Grazie al lavoro dei tecnici del Ministero, da oggi, sulla piattaforma nazionale e sulle app IO e Immuni viene registrato in tempo reale il cambio di condizione del cittadino, da positivo a guarito, e non dovrebbero esserci più ritardi nel nuovo rilascio del green pass. Si ricorda che anche il tampone negativo cartaceo è valido ai fini della certificazione di guarigione.

Dal 1 febbraio 2022 la durata del green pass vaccinale e del green pass da guarigione post vaccinazione sarà ulteriormente ridotta da 9 a 6 mesi.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: