Ippica: Pomeriggio in sulky in stile “Regale” – Poker e “Miss” per mister Caruso.

In totale controllo Regale conferma ogni aspettativa sul suo conto, e va a siglare il Premio Cabernet, II Tris Nazionale, che ha ingaggiato i gentlemen sugli indigeni di 5 anni oltre. Saldo leader, allo scadere dei previsti 2200 metri, Piero Cucinotta respinge ogni tentativo di aggancio da parte di Tesis Gv, alla quale va la migliore piazza. Annunciato con chance nella categoria, Ungaretti Ors completa il podio. Vincent Amg stravolge, invece, il pronostico sull’ Invito, per indigeni di 4 anni, che ha aperto il convegno di sulky all’Ippodromo del Mediterraneo.  Oltre 17 la quota sul vincente che, con in sediolo Dario Di Maio, non lascia scampo al progredito Virtual Victory e al favorito Vivir Contigo, al quale sfuma l’obiettivo del terzo successo consecutivo sulla pista. I due, in tale ordine, serrano la prova di maggiore dotazione. Nel qualitativo Invito per I anziani, ultima prova in programma, Rayon GV fa bene i suoi conti.  Guidato da Luciano Messineo, ai 150 metri dal traguardo, passa al comando su Timast e va al bersaglio. Stretta la foto per la terza moneta assegnata a una Bon Dvm, dopo sentenza del giudice d’arrivo.

Luciano Messineo, ai 150 metri dal traguardo, passa al comando su Timast e va al bersaglio. Stretta la foto per la terza moneta assegnata a una Bon Dvm, dopo sentenza del giudice d’arrivo.

 

 

Poker e “Miss” per mister Caruso.

Bella e brava Miss Concy che apre le danze all’Ippodromo del Mediterraneo. Tra la qualitativa nursery, che ha inaugurato l’odierno convegno di galoppo, splende la giovane scommessa di mister Vincenzo Caruso. In sella un’ispiratissimo Salvo Basile, che la conduce su un atteso traguardo. Ottima la piazza d’onore conquistata da Coach Me Softly, dopo aver mancato il podio nella recente prova del debutto; mentre  lascia un po’ di amaro in bocca la terza moneta conquistata da Madame Secrete, alla luce della brillante affermazione alla prima uscita in carriera. Si chiude così la terna del premio Esther Phillips, condizionata che ha impegnato i cavalli di 2 anni sui 1400 metri della pista piccola. Volano sulle ali dell’entusiasmo il Jockey Basile e il trainer Caruso, assoluti protagonisti con Ladycammyofclaire nella seconda in programma, che ha misurato i cavalli di 3 anni sui selettivi 2100 metri della pista piccola. Ma è un tripudio per il team, soprattutto, quando Saint Steven confeziona un ottimo rush finale e, con estrema semplicità, risolve il Premio Portiere di Notte, sottocloù del convegno. Ad avere la “peggio” i due compagni di scuderia in gara, Common Black e Laguna Drive che regalano, comunque, all’Alca Torre di Canicarao il secondo e il terzo gradino del podio. Non si accontenta dei tre successi il giovane allenatore Caruso che, grazie al trionfo di Master Cap, festeggia con un poker questo sabato al galoppo.

 

 

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: