“Italia Veloce”, anche la Ragusa – Catania inserite tra le opere strategiche segnalate dal Governo. Lorefice e Ficara (M5S): “Sarà utilizzato lo stesso modello sperimentato per Genova”

Ragusa-Catania, attesa per la nomina del commissario - QdS

C’è anche la Ragusa-Catania tra le opere strategiche individuate dal Governo per “Italia Veloce”. Un primo elenco di 130 infrastrutture approvato in Consiglio dei ministri. “Anche per la realizzazione dell’atteso collegamento tra le due province siciliane verrà utilizzato lo strumento commissariale, sul modello già sperimentato con successo per il ponte di Genova”, spiegano i parlamentari Marialucia Lorefice e Paolo Ficara, entrambi del MoVimento 5 Stelle.

“Non solo grandi opere, come ha ben illustrato il premier Conte. Consapevoli che il 70% degli appalti riguarda gli enti locali,  si danno poteri regolatori alle stazioni appaltanti al fine di accelerare e sveltire le procedure che porteranno all’apertura dei cantieri. Passaggi burocratici semplificati, con deroghe alle norme ordinarie ma senza abbassare la guardia nel contrasto alle eventuali infiltrazioni criminali. Appalti semplici e veloci con affidamento diretto e così le opere pubbliche ripartono”.

Ficara e Lorefice ricordano il grande lavoro svolto dal MoVimento 5 Stelle, prima con l’ex ministro Toninelli e dopo con il viceministro Cancelleri, per salvare la Ragusa-Catania dal rischio fallimento, grazie al cambio del soggetto attuatore ed al finanziamento dell’opera con 750 milioni di euro della riprogrammazione dei fondi Fsc della Sicilia. “Abbiamo scongiurato il rischio che si desse il via ad una nuova incompiuta siciliana. Oggi, invece, la realizzazione dell’opera viene blindata con l’inserimento tra le 130 strategiche per la ripartenza del Paese. Un altro ottimo risultato per il nostro territorio – continuano i due cinquestelle – e altre buone nuove arriveranno con un prossimo decreto dedicato alle opere portuali, altro asset portante dello sviluppo del nostro Paese”.

Tra le altre opere inserite nei commissariamenti: il ripristino della linea ferroviaria Palermo-Trapani e il completamento della realizzazione dell’asse Av/Ac Palermo-Catania-Messina; la diga di Pietrarossa (En-Ct).

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: