LA FREGATA CARABINIERE PRESTA SUPPORTO MEDICO AD UN MOTOPESCA ITALIANO NEL MEDITERRANEO CENTRALE

Nella serata di ieri, la fregata Carabiniere della Marina Militare, durante un’attività di pattugliamento nel Mediterraneo Centrale nell’ambito dell’Operazione Mare Sicuro nelle acque prospicienti la Libia, ha risposto ad una richiesta di supporto sanitario proveniente dal motopesca italiano “Naucrates” di Mazara del Vallo (TP) per un marittimo infortunato.

L’unità ha prontamente ridotto le distanze e, appena giunta in prossimità del peschereccio, ha inviato il proprio team sanitario a bordo. Un marittimo, durante l’attività di pesca, era accidentalmente caduto procurandosi una ferita che necessitava dell’intervento di un medico. Il medico di bordo ha prestato le cure del caso, applicando dei punti di sutura e assicurandosi che il marittimo potesse continuare la sua navigazione. Terminato l’intervento sanitario e recuperato il personale medico, la fregata Carabiniere ha ripreso il normale pattugliamento nell’area di operazione.

Il dispositivo aeronavale dell’Operazione Mare Sicuro, nonostante la pandemia da COVID 19, continua ad assicurare l’attività di presenza, sorveglianza e sicurezza marittima nel Mediterraneo centrale, a tutela degli interessi nazionali sul mare, in applicazione della legislazione nazionale e degli accordi internazionali vigenti.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: