«La piattaforma autostradale del tratto Ispica-Modica dell’Autostrada del Sud-est è ormai completata». A renderlo noto è stato l’assessore regionale alle Infrastrutture, Marco Falcone, nel corso di una visita agli oltre dieci chilometri della nuova autostrada, alla presenza del presidente della Regione, Nello Musumeci.

La Siracusa-Gela

«Poche finiture, i collaudi e, poi, aprirà al traffico anche questo segmento della Siracusa-Gela – ha affermato Falcone – in prosecuzione del tratto Rosolini-Ispica che avevamo inaugurato nel 2021. Il recupero e lo sviluppo dell’Autostrada del Sud-Est è emblematico dei risultati raggiunti in questi anni. Nel 2018 qui c’era solo un viadotto lasciato a metà e un maxi cantiere dato per irrecuperabile. Oggi, invece, sta per diventare realtà il collegamento fra la provincia di Ragusa fino a una città importante come Modica, e la rete autostradale siciliana».

La visita

Presenti alla visita i dirigenti del Consorzio Autostrade Siciliane e i tecnici di Cosedil, l’impresa titolare dell’appalto per anni bloccato da un contenzioso dipanato con l’intervento della Regione. Negli ultimi tre anni, così, l’opera si è sviluppata a pieno regime, impegnando oltre 300 lavoratori più l’indotto anche durante l’emergenza covid-19. Il sopralluogo si è concluso al nuovo casello di Modica, in contrada Zappulla a ridosso della Ss 194.

«Abbiamo sfatato lo scetticismo di qualcuno e un grande luogo comune – ha aggiunto l’assessore Falcone – e cioè che in Sicilia realizzare le infrastrutture sia impossibile. Dopo più di cinquanta sopralluoghi, decine di riunioni tecniche e tre anni di totale e costante impegno, abbiamo al contrario raggiunto il risultato prefissato: costruire e consegnare alla Sicilia quasi venti chilometri di nuova autostrada, fra Rosolini e Modica, garantendo lavoro, crescita e lo sviluppo della viabilità del Sud-est», conclude l’assessore alle Infrastrutture.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: