LA UNIONPORTS DONA ALLA CITTA’ DI AUGUSTA UN NUOVO INGRESSO CHE RICORDA LA SUA STORIA

Ieri pomeriggio attorno alle 17,00, inaugurato il nuovo allestimento della aiuola verde all’ingresso della città di Augusta, dove a cura della associazione Unionports, che ha adottato il sito per la sua manutenzione continua, è stata montata una grande ancora del tipo “Ammiragliato” donata  dalla Marina Militare di Augusta.

Alla inaugurazione presenti , oltre ad un folto pubblico di cittadini e alle aziende portuali aderenti alla Unionports anche una delegazione della amministrazione comunale capeggiata dal sindaco Giuseppe Di Mare, con gli assessori Tania Patania, Rosario Sicari, Pino Carrabbino, Ombretta Tringali e il presidente del consiglio comunale Marco Stella. Presenti anche  il contrammiraglio Andrea Cottini e il comandante della Capitaneria  di Porto  Capitano di Vascello Antonio Catino.

Il taglio del nastro a cura del sindaco Di Mare e del presidente Davide Fazio.

Oltre all’ancora, dal peso di circa 3 tonnellate e mezza ed alta circa due metri, anche una targa in lamiera “Corten” con la scritta ”Augusta, la Città dei due porti”. Una dicitura che prende spunto da varie testimonianze storiche  di varie epoche.

La targa è stata posta  dal lato di ingresso alla città, mentre l’ancora  dal lato uscita.

“Ancora e targa – dice il presidente di Unionports – non sono state scelte a caso ma intendono sottolineare una storia ed una vocazione di questa città.  Chi entra in città conoscerà  così le nostre tradizioni marinare e portuali   ed anche la vocazione sul versante economico. L’incontro dell’ancora all’uscita  ricorderà tale messaggio.”

“Ringrazio – dice ancora il presidente Fazio – sia le aziende di Unionports che le loro maestranze  che hanno collaborato tutte , ognuna per  le sue competenze, alla realizzazione dell’opera, e l’amministrazione comunale che ci ha autorizzato. Il nostro impegno è stato quello di realizzare l’opera prima del Natale, donando alla città un simbolo che le spetta per la sua  storia.  Ringrazio anche  i giardinieri che ci hanno collaborato per l’allestimento dell’area in un tempo molto ristretto”. L’ area realizzata è stata benedetta dal Don Giuseppe Mazzotta.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: