L’Associazione Artieri organizza il mercato dell’artigianato a Ortigia Angela Cacciola e Maria Grazia Barbagallo: “Location incantevole”

L’appuntamento è per le 17 di mercoledì 8 luglio quando sarà tagliato il nastro. Per la tappa siracusana della fiera dell’Artigianato, è stato scelto largo Fonte Aretusa. A programmare l’evento l’associazione “Artieri” di Catania, che ha chiamato a raccolta una quarantina di espositori, in gran parte siciliani ma qualcuno proveniente anche da oltre stretto In “vetrina”, fino a domenica 12 luglio, opere di ingegno e progetti di design per una manifestazione che, per gli organizzatori, si annuncia di grande valenza culturale e artistica. “Metteremo in campo le manovalanze artistiche e artigianali più belle da noi selezionate – dice Maria Grazia Barbagallo, vicepresidente di “Artieri” – perché vogliamo fare bella figura davanti ai tanti visitatori che gireranno i nostri stand”. Non mancheranno le attività di contorno come quelle per i più piccoli, ai quali saranno riservati momenti di intrattenimento con giochi e letture basate anche sull’importanza del riciclo, (“valorizzando così la creatività dei bambini”) all’interno dell’area kid appositamente attrezzata, mentre gli adulti avranno la possibilità di assistere in loco alla lavorazione e creazione di oggetti artigianali, per poi eventualmente acquistarli, godendo inoltre di momenti di relax con la musica assicurata da una “light band” locale.

“Abbiamo approntato un programma interessante – spiega Angela Cacciola, presidente di “Artieri” – e vogliamo soddisfare tutte le esigenze e le curiosità del pubblico. Perché Ortigia? Per la sua bellezza. E’ una location meravigliosa e per noi è un sogno che si avvera. Lo abbiamo coltivato a lungo e adesso, grazie anche alla disponibilità dell’Amministrazione comunale, siamo riusciti a realizzarlo e ne siamo fieri. Esporremo qui anche ad agosto e settembre e saremo pure all’ex Tonnara di Marzamemi, altro luogo meraviglioso del sud est siciliano”.

“Siamo fieri di esporre qui e ringraziamo il sindaco Francesco Italia, l’assessore Cosimo Burti e l’intera Giunta – sottolinea Maria Grazia Barbagallo – per aver reso possibile questo evento. Ci aspettiamo una buona affluenza di siracusani e turisti. Saremmo dovuti essere a Siracusa in aprile per 10 giorni, raggruppando artigiani e aziende importanti anche a livello nazionale, ma il covid non ce lo ha permesso. Ora finalmente è possibile e proveremo a valorizzare questa incantevole location”.

Siracusa è lieta di ospitare l’associazione Artieri. Parola dell’assessore alle attività produttive Cosimo Burti. “Abbiamo accolto favorevolmente la richiesta proprio per il valore aggiunto che porterà alla città nel periodo estivo – dice l’esponente della Giunta comunale – L’associazione Artieri rappresenta un numero consistente di artigiani che ancora lavora in maniera tradizionale le opere d’arte e sarà bello vederli all’opera. Questa iniziativa ci consentirà di unire l’attrazione turistica alla valorizzazione di antichi mestieri, un binomio che contribuirà a rendere questa manifestazione il fiore all’occhiello dell’estate siracusana”.

.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: