LAVORI SULLA ROSOLINI-MODICA PUNTO DELLA SITUAZIONE CON L’ASSESSORE FALCONE SANZARO: CRONOPROGRAMMA RISPETTOSO DEI TEMPI. CABINA DI REGIA PREZIOSA E NECESSARIA; SI CONTINUI COSÌ

Bene i lavori sulla Rosolini-Modica. Cronoprogramma rispettoso dei tempi. Ora si continui a monitorare per dare, nel più breve tempo possibile, un’arteria fondamentale per l’intero sud est.”

È questo il commento del segretario generale della Ust Cisl Ragusa Siracusa, Paolo Sanzaro, al termine dell’incontro con l’assessore regionale alle Infrastrutture, Marco Falcone, tenuto negli uffici della direzione Cas allo svincolo di Rosolini.

Insieme ai responsabili Filca e Fit di Ragusa, Lorenzo Spinello e Nino Giannone, Sanzaro ha partecipato al sopralluogo tenuto lungo il tratto che comprende i lotti 6 e 7.

“L’assessore Falcone, presenti il comitato di presidenza del Consorzio autostrade, le imprese e una delegazione di parlamentari – ha commentato il segretario della Cisl – ha inteso fare il punto della situazione. Il cronoprogramma coincide con i tempi previsti; i Sal e i lavori hanno dato piena rassicurazione. Il primo step, che comprende il lotto numero 6 e la prima parte del 7, da Rosolini ad Ispica, è vicino ad essere ultimato. Gli stessi pagamenti, da parte del Cas, stanno avvenendo puntualmente alle imprese e ai fornitori.”

L’incontro di questa mattina, compreso nell’accordo iniziale, fa parte di quegli incontri periodici necessari per monitorare, alla presenza di tutti i soggetti, lo stato di avanzamento dei lavori.

“È un metodo che abbiamo ritenuto, da sempre, necessario e vincente – continua Paolo Sanzaro – La verifica periodica ci permette di sollecitare i lavori di una infrastruttura nevralgica per le due province. Auspichiamo fortemente una Cabina di regia regionale che monitori, costantemente, tutte le opere infrastrutturali.

Insieme ai nostri due rappresentanti del territorio, Spinello e Giannone, abbiamo colto naturalmente l’occasione per una verifica sui pagamenti di quanto dovuto ai lavoratori licenziati e ai versamenti delle aziende alla locale Cassa edile. 

Ora continuiamo a monitorare, anche attraverso interlocuzioni dirette con il Cas, il Rup e le imprese, gli ulteriori passaggi. Un metodo di lavoro, ripeto, vincente che ci sforzeremo di trasferire anche su tutte le altre opere necessarie nei territori di Siracusa e Ragusa.”

Condividi

Lascia un commento

Nome
Email
Sito web