“Mentre giustamente i sindaci e i sindacati stanno organizzando una grande mobilitazione per difendere la zona industriale e l’occupazione a Siracusa e provincia, ho immediatamente rappresentato la vicenda ai ministri Nello Musumeci e Adolfo Urso, definendola prioritaria per difendere un territorio che rischia di subire un grosso contraccolpo da dicembre”. A dirlo è il deputato nazionale di Fratelli d’Italia Luca Cannata che, all’indomani dell’insediamento del Governo, si è fatto portavoce delle istanze del polo petrolchimico e dei lavoratori con i ministri del Sud e dello Sviluppo economico. Dal 5 dicembre la Lukoil non potrà importare petrolio russo e sembra – da notizie recenti di stampa internazionale – stia valutando la cessione dell’azienda o lo spostamento della sede della controllata Litasco da Ginevra a Dubai. “Non perderemo tempo – commenta Cannata – i ministri mi hanno assicurato un loro interessamento nel più breve tempo possibile. Nel frattempo seguo la vicenda assieme ai colleghi deputati e a sua Eccellenza il prefetto. Seguiamo con attenzione, anche le vicende giudiziarie che riguardano Ias e Priolo Servizi e il funzionamento del depuratore ”.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: