Marzamemi, messa in sicurezza dei porti Balata e Fossa e rifacimento fogna

 

«Tre interventi di importanza strategica per tutto il territorio di Pachino e Marzamemi». Il sindaco, Roberto Bruno, gli assessori Gianni Scala, ai Lavori pubblici e Urbanistica, Santina Baglivo, Welfare e i consiglieri Massimo Guarino e Carmen Santacroce, hanno presentato i progetti di messa in sicurezza e ripristino del bacino portuale dei porti di Marzamemi “Balata” e “Fossa” e di modifica del collettore delle acque bianche.

«Abbiamo redatto i progetti – ha dichiarato l’assessore ai Lavori pubblici e Urbanistica, Gianni Scala – tentando di recuperare fondi per oltre 7 milioni di euro destinati alla riqualificazione di tre opere pubbliche che riteniamo di fondamentale importanza per la nostra città e per il borgo marinaro, sia dal punto di vista del miglioramento dei servizi sia per agevolare l’incremento turistico».

Per il porto Balata è previsto il ripristino del molo foraneo e il dragaggio del bacino portuale, con la creazione di una apertura sull’attuale molo e per migliorare il ricircolo delle acque interne. In questo caso la sabbia di dragaggio verrà riposizionata lungo la zona costiera di viale Lido (Marinella) per il ripristino della spiaggia.

Per il porto Fossa è prevista la messa in sicurezza dei moli foranei, sistemazione della testata dell’imboccatura portuale, creazione avamporto e la creazione di un molo interno per ormeggio imbarcazioni in transito e militari, riqualificazione delle aree demaniali perimetrali con creazione di un parco pubblico.  In tutto è prevista una somma per la realizzazione di 5 milioni e 300 mila euro.

Il secondo progetto riguarda la modifica del collettore delle acque bianche che consentirà di risolvere definitivamente le problematiche legate agli allagamenti, e nello scarico a mare, attualmente convogliante nel porto Fossa e con la previsione di spostarlo al di fuori. I costi previsti ammontano a 1 milione 300 mila euro.

Il terzo macro progetto, comprende quattro distinte progettazioni che hanno l’obiettivo di favorire lo sviluppo dei servizi essenziali per migliorare la qualità della vita della popolazione residente, e con la realizzazione e completamento della rete fognaria di Marzamemi.

«Tutto ciò – ha dichiarato il sindaco Roberto Bruno – è frutto del delicato lavoro di programmazione di interventi svolto internamente agli uffici. Si tratta di un risultato importante di cui, sin da ora, rivendichiamo il merito e che ci consentirà di fare significativi passi avanti a tutela del territorio e a della collettività.

Didascalia: da sinistra l’assessore ai Lavori Pubblici, Gianni Scala, l’assessore al Welfare, Santina Baglivo, Salvo Arfò, dirigente de PD e il sindaco Roberto Bruno e il consigliere Massimo Guarino

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: