“Ripartire con le Zone Economiche Speciali deve essere il primo punto per ridisegnare concretamente un futuro nuovo nella provincia siracusana – ad affermarlo è il sindaco Giuseppe Carta, candidato alle prossime elezioni regionali del 25 Settembre con il Movimento Popolari e Autonomisti – Prima azione – è rivedere la perimetrazione, tracciare i confini di quelle zone che saranno crogiolo per l’attrazione degli investitori e centro per l’innovazione“.  
“Questo presupposto porrà nelle migliori condizioni – prosegue Carta – sia le aziende esistenti che quelle nascenti che così potranno con serenità programmare investimenti importanti sul nostro territorio. Un innegabile vantaggio per tante imprese che usufruendo della tassazione agevolata prevista per le Z.E.S., saranno confortati in un percorso che, per le attuali condizioni di crisi mondiale, sembra sempre più oneroso“.

Carta parla di una visione ampia, cucita sul territorio che abbia la possibilità di conciliare aspetti diversi: “Caduti il governo regionale e quello nazionale, occorre ripartire immediatamente pensando a soluzioni integrate che coniughino turismo, attività produttive e imprenditoria giovanile. Da non sottovalutare, a
ricaduta, gli effetti positivi che le Z.E.S potranno avere in una zona a vocazione industriale, portuale e turistica, come è il litorale siracusano“.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: