“Mentre il Viminale ignora i suoi obblighi legali di fornire un porto sicuro ai 76 sopravvissuti, noi cerchiamo di dar loro un senso di normalità a bordo della Geo Barents“.

Così in un tweet Medici senza frontiere, postando la foto di una migrante soccorsa mentre mangia sulla nave.
“Un’attività semplice come mangiare del riso – aggiunge la ong – ha l’enorme potere di ricordare a tutti noi che sono esseri umani“.

La Geo Barents si trova in queste ore di fronte alle coste siciliane tra Siracusa e Catania. Dieci richieste di porto sicuro inviate in questi giorni alle autorità di Italia e Malta non hanno avuto ancora risposta.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: