Movimento 5 Stelle: ” Anomalie nella Polizia Municipale di Siracusa e Pachino. Ancora nessuna risposta”

A marzo di quest’anno il Portavoce del Movimento 5 Stelle alla Regione, Stefano Zito, ha rivolto la propria attenzione ad alcune criticità segnalate da diversi cittadini, riguardanti il Comando di Polizia Municipale di Siracusa, interrogando l’assessore alle Autonomie Locali e alla Funzione Pubblica.

Nello specifico, i fatti segnalati riguardano un’anomala arbitrarietà nella gestione dei turni lavorativi a scapito di alcuni soggetti, per cui, anche chi non effettua il turno di notte, sembra che percepisca la relativa indennità.

Ulteriori anomalie riguarderebbero anche presunti annullamenti di violazione del Codice della strada senza il rispetto delle relative procedure da parte di soggetti che non sembrerebbero titolati a procedere agli annullamenti. Per non parlare, infine, delle segnalazioni pervenute al Movimento 5 Stelle riguardanti alcuni furti di denaro e beni mobili all’interno del Comando, furti che, pare, non siano mai stati denunciati.

Il portavoce all’ARS di MS5S Stefano Zito, con una nota inviata al Sindaco della città aretusea, ha sollecitato gli opportuni interventi in merito a questa vicenda della quale, sia l’amministrazione comunale sia la IV Commissione Consiliare, erano già stati portati a conoscenza e si è in attesa di un riscontro concreto, visto che non è la prima volta che vengono evidenziate anomalie all’interno del Comando di Polizia cittadino. Inoltre, sono state portate all’attenzione di Stefano Zito altre gravi irregolarità di gestione delle spese del Comando di Polizia Municipale di Pachino. Anche in questo caso è stato informato della vicenda l’Assessore competente, e si attende, anche qui, un riscontro.

“Il Movimento 5 Stelle – si legge in una nota diffusa dai pentastellati –  non intende far calare il silenzio su fatti di tale gravità che, se accertati, evidenzierebbero, ancora una volta, la mancata applicazione di quei principi di trasparenza, imparzialità ed economicità propri di ogni Pubblica amministrazione che, ancora oggi, si fa fatica ad accettare e ad applicare.”

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: