NOTO. CONCLUSASI CON SUCCESSO LA PRIMA EDIZIONE DEL PREMIO “NOTOCULTURA”

PREMIO NOTOCULTURA 2021: a Mario Andreose, Roberto Andò e Donatella  Finocchiaro | LetteratitudineNews

L’attrice Donatella Finocchiaro, il regista e saggista Roberto Andò ed il giornalista Mario Andreose, sono i vincitori della prima edizione del Premio Letterario Internazionale NotoCultura 2021, ideato dall’Amministrazione Bonfanti con l’obiettivo di festeggiare il libro, premiando personaggi di spessore internazionale che si sono contraddistinti nel campo dell’editoria, della narrativa e regia  e dello spettacolo. La consegna dei premi è avvenuta nei giorni scorsi al Convitto delle Arti, alla presenza della Giuria, composta dalla presidente professoressa Sarah Zappulla Muscarà, dal prof. Angelo Fortuna e dal prof. Vicente Gonzalez Martin, del sindaco Corrado Bonfanti e dall’assessore alla Cultura Giusi Solerte e di un pubblico interessato. 

Donatella Finocchiaro, attrice catanese che ha lavorato con registi come Roberto Andò, Pupi Avati e Giuseppe Tornatore, interpretando al cinema “Le sorelle Macaluso” di Emma Dante e sul piccolo schermo “Io, un giudice popolare al Maxiprocesso”, è stata premiata per la sezione Spettacolo. Roberto Andò, regista palermitano che con il suo “Il bambino nascosto” ha chiuso l’edizione 2021 del Festival di Venezia, è stato premiato per la sezione Narrativa e Regia. Infine Mario Andreose, giornalista veneto, tra i fondatori della casa editrice “La Nave di Teseo” con Elisabetta Sgarbi e Umberto Eco, è stato premiato per la sezione Editoria.

“È il completamento di un percorso che parte da molto lontano – commenta il sindaco Corrado Bonfanti – e che adesso, con questa prima edizione, vuole contribuire alla diffusione del “libro”, inteso come strumento senza il quale non può esserci futuro. Un premio dedicato al libro, che festeggia ancora una volta questa fonte inesauribile di benessere, di esaltazione della spirito e della  nostra capacità creativa. Leggere un libro significa fare viaggiare lontano e nel tempo i nostri pensieri, abbattere i confini, aprirci all’infinito. Le lettura ci libera ed è libertà”. 

La Nave di Teseo, la casa editrice premiata, ha regalato una libreria piena di libri di vario genere, che arricchisce la già fornitissima biblioteca comunale, al servizio di tutti i cittadini. Inoltre i premiati hanno ricevuto dei buoni libro che hanno, a loro volta, regalato agli istituti scolastici della città: un modo per stimolare la lettura, abbattere le frontiere e contribuire alla crescita culturale delle nuove generazioni. 

L’evento è stato moderato dal giornalista Giuseppe Lazzaro Danzuso.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: